facebook rss

Residuato bellico riaffiora
tra Jesi e Santa Maria Nuova

LA PRESENZA DELL'ORDIGNO inesploso, ritrovato per caso, stamattina ha messo in allerta vigili del fuoco, carabinieri e gli artificieri
venerdì 3 Agosto 2018 - Ore 12:05
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

Un residuato bellico della II guerra mondiale è stato casualmente trovato in un’area de La Torre, durante i lavori di scavo su un campo che costeggia la strada di collegamento Jesi a Santa Maria Nuova. La presenza dell’ordigno inesploso stamattina ha messo in allerta vigili del fuoco, carabinieri e artificieri per disinnescare l’eventuale potenziale esplosivo del proiettile.  Per ora l’area è stata messa in sicurezza, transeennata e presidata dalla forze dell’ordine in attesa che la prefettura autorizzi l’intervento degli artificieri. Non è la prima volta che in quest’area vengono ritrovate bombe ancora intatte e a rischio esplosione. Nel Luglio del 1944, durante il secondo conflitto mondiale il fronte passò proprio sul territorio di Santa Maria Nuova. Era in atto la battaglia di Filottrano, città confinante, e l’armata tedesca per fermare quella italo-polacca aveva eretto tre linee di difesa una delle quali partiva proprio da questa zona. Poi i tedeschi, ormai sconfitti, avevano ripiegato verso Jesi quando Santa Maria Nuova era stata liberata dai bersaglieri.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X