facebook rss

Più controlli della polizia in strada,
furti e rapine in calo
Scoperta una casa squillo

ANCONA - Presentati i dati in questura dei primi mesi estivi con una netta diminuzione rispetto allo stesso periodo dello scorso anno dei reati predatori. Scovata anche un appartamento dove si prostituivano due donne in via Colleverde
Print Friendly, PDF & Email

Il dirigente delle Volanti NIcolini e il questore Capocasa

 

Presidio del territorio all’ennesima potenza: furti e rapine in calo in tutta la provincia. Sono positivi i dati che fanno riferimento ai due primi mesi estivi resi noti questa mattina dal questore Oreste Capocasa, affiancato dal vice questore Cinzia Nicolini, capo della Squadra Volante. I controlli a scacchiera di tutto il territorio messi in campo a partire da giugno hanno permesso alla polizia  di esercitare un’attività di contrasto e prevenzione. Se lo scorso anno, tra giugno e la prima settimana di agosto, c’erano stati 108 furti in appartamento, nel 2018 – preso in considerazione lo stesso periodo – si sono fermati a 51 (riduzione del 48%). Stesso trend per quanto riguarda le rapine con un calo del 71 %: si è passati dalle 8 del 2017 alle 2 commesse nei primi due mesi estivi. A supportate le Volanti per il controllo del territorio sono stati gli uomini del Reparto Prevenzione Crimine di Perugia mandati dal Viminale, la Squadra Nautica, l’elicottero impegnato a sorvegliare le zone interne della provincia, e la Squadra Mobile diretta dal vice questore Carlo Pinto. Molte operazioni, soprattutto quelle legate al contrasto del commercio abusivo (particolarmente forte a Numana, Ancona e Senigallia), sono state svolte con il coordinamento della Polizia Locale dei comuni interessati dal fenomeno. In totale, sono state identificate 22mila persone circa: per 78 è stato emesso un foglio di via obbligatorio mentre altre 91 hanno ricevuto un avviso orale. “Con questi controlli la cittadinanza deve capire che la polizia c’è” ha detto il questore Capocasa. Per quanto riguarda Ancona, nei giorni scorsi è stata scoperta una casa d’appuntamenti in via Colleverde. L’appartamento era abitato da una sudamericana e da una spagnola ed era stato loro subaffittato da un pescatore anconetano di 55 anni. Per l’uomo, scovato e identificato grazie a un’indagine della Squadra Mobile, è scattata la denuncia per favoreggiamento della prostituzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X