facebook rss

Boato nella notte, crolla il tetto
di un palazzo nel centro storico

CASTELFIDARDO - Il cedimento di 10 mq di copertura di un edificio disabitato di via Mordini a pochi passi dal Museo della Fisarmonica, ha svegliato i vicini poco dopo la mezzanotte. Stamattina la strada è stata chiusa al transito veicolare dalla Polizia locale ed i vigili del fuoco hanno rimosso gli elementi pericolanti. Le macerie del solaio, per fortuna, non sono finite sulla via pubblica ma sul pavimento del piano inferiore dell'edificio
Print Friendly, PDF & Email

La polizia locale di Castelfidardo in via Mordini durante le operazioni di messa in sicurezza dell’abitazione dal tetto crollato

Le tegole e travi del tetto sono venute giù con fragore, dopo la mezzanotte di ieri, in un’abitazione disabitata di via Mordini, nel centro storico di Castelfidardo, svegliando i vicini che stamattina hanno dato l’allarme. I coppi sono crollati per fortuna nella stanza sottostante del vecchio palazzo di due piani (con seminterrati), al civico 33, dove da tempo non risiede più nessuno, senza cadere in strada con il rischio di ferire qualche passante. Il cedimento di circa 10 mq della copertura è stato il fuoriprogramma che ha movimentato la mattinata di Ferragosto della polizia locale di Castelfidardo e dei tecnici comunali. La strada è stata subito chiusa al transito dei mezzi limitando il passaggio ai soli pedoni ed è stato subito richiesto l’intervento dei vigili del fuoco di Osimo per rimuovere i coppi pericolanti.

L’abitazione con il tetto crollato e via Mordini chiusa al transito dei mezzi

L’allarme è scattato già alle 8 di stamattina, quando la dirimpettaia, svegliata in nottata dal boato, ha telefonato alle forze dell’ordine e ai 5 proprietari dell’edificio, ereditato da familiari, disabitato e messo in vendita. Con l’ausilio di un’autoscala i pompieri hanno liberare dal peso dei calcinacci ancora in bilico quello che era rimasto del solaio. Il palazzo si trova proprio nelle adiacenze del Museo della Fisarmonica, a pochi passi da palazzo comunale di Castelfidardo. In attesa che domani venga firmata l’ordinanza che imporrà ai proprietari la messa in sicurezza dell’edificio, a titolo precauzionale è stata anche svolta una veloce verifica sull’edificio, per escludere che vi fossero state ripercussioni collaterali al cedimento parziale del tetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X