facebook rss

Da operaio a spacciatore: 22enne
arrestato con due chili di marijuana

CASTELFIDARDO - Il giovane insospettabile di giorno lavorava in un'azienda di fisarmoniche, di notte si dedicava allo spaccio di droghe tra Castelfidardo e Recanati, in un ‘giro’ di clientela giovane e matura. Stamattina è scattato il blitz dei carabinieri. La droga suddivisa in due grossi sacchetti con la scritta ‘Block Doow’ era nascosta nel garage di casa
sabato 25 Agosto 2018 - Ore 15:04
Print Friendly, PDF & Email

La droga sequestrata a Castelfidardo

Confezionava le dosi di droga nel garage di casa per poi distribuirle alla clientela di Castelfidardo e Recanati. Un insospettabile dipendente di una nota azienda di fisarmoniche, è stato arrestato dai carabinieri del Norm della Compagnia di Osimo insieme ai colleghi fidardensi stamattina alle 8. 30 nella sua abitazione di Castelfidardo. Il 22enne S.L. è incensurato e ora deve rispondere dell’accusa di detenzione illegale di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Dopo la perquisizione domiciliare, gli uomini del maggiore Raffaele Conforti, l’hanno trovato in possesso di  2,05 chili di marijuana in tutto, suddivisa in due grossi sacchetti neri etichettati con la scritta ‘Block Doow’ nonché di 12,06 grammi di sostanza da taglio oltre a materiale vario utilizzato per dividere, confezionare e pesare le dosi, occultati nel proprio garage. Droga e l’altro materiale sono stati sequestrati mentre e il giovane pusher è stato accompagnato negli uffici della Compagnia di Osimo per l’espletamento delle formalità di rito.

Castelfidardo che ormai i carabinieri definiscono ‘Casteldroga’ sempre più è emergenza-stupefacenti. Il 22enne, di giorno era un operaio modello mentre la sera si dedicava allo spaccio di droghe tra Castelfidardo e Recanati, in un ‘giro’ di clientela che coinvolge sempre più adolescenti, giovani e adulti, nel vasto traffico di marjuana, hashish e cocaina. In attesa di affrontare l’udienza di convalida e l’interroatorio di garanzia, il Pm Valentina Bavai ha concesso all’arrestato la misura cautelare dei domiciliari.

Nel corso dello stesso servizio finalizzato alla prevenzione e repressione del traffico di sostanze psicotrope, i militari del Radiomobile, hanno proceduto alla perquisizione locale e personale di un altro giovane fidardense, un 31enne già noto alle forze dell’ordine per reati specifici, trovato in possesso di 4,10grammi di hashish e ulteriori 2,4 grammi della stessa sostanza, sopra il comodino della sua camera da letto. Il giovane è stato segnalato alla Prefettura per possesso illegale di sostanze stupefacenti per uso personale. La droga è stata sequestrata.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X