facebook rss

Light Blue Quartet apre la stagione
autunnale di Ancona Jazz
Gospel Night: via alla prevendita

ANCONA - Martedì 30 ottobre (ore 21.30), al Ridotto delle Muse, in scena la formazione guidata da Martin Wind, per la prima volta in tour europeo. L'atteso appuntamento con il concerto di Natale è invece per mercoledì 19 dicembre (21.30) al Massimo cittadino con The Howard Gospel Choir, direttamente da Boston
Print Friendly, PDF & Email

The Howard Gospel Choir

 

Martin Wind

 

Via all’intensa stagione autunnale di Ancona Jazz con il Martin Wind “Light Blue” Quartet, martedì 30 ottobre (ore 21.30), al Ridotto delle Muse. La formazione è per la prima volta in tour europeo. Un quartetto di straordinaria intensità espressiva, Light Blue è una perfetta fotografia del mondo musicale contemporaneo, con in primo piano una qualità fondamentale, l’emozione.
Sarà l’occasione, per il contrabbassista Martin Wind, di presentare il suo ultimo lavoro discografico. Dopo lo straordinario Turn Out The Stars, basato su brani e spirito di Bill Evans, Wind affronta un repertorio di proprie composizioni, che tengono conto di un mondo stilisticamente variegato, in cui Brasile, Europa e America si intrecciano felicemente. Questo grazie anche alle eccelse qualità interpretative dei suoi compagni di viaggio. Anat Cohen è considerata la miglior clarinettista della scena mondiale e può già vantare due nomination ai Grammies; la sua maestria è tale da permetterle di muoversi in ambito jazzistico e brasiliano con pari efficacia, sempre al servizio di un notevole lirismo. Gary Versace al pianoforte è sempre più richiesto per le sue eccelse qualità; ha suonato, fra i tanti, a lungo nell’orchestra di Maria Schneider, e poi con John Scofield, John Abercrombie, Kurt Elling, evidenziando un forte senso dello swing e un’incessante creatività. Matt Wilson è semplicemente uno dei massimi batteristi del mondo, a suo agio dal trio alla big band, e in qualsiasi stile immaginabile.
La carriera di Wind parla di un itinerario composito, che l’ha visto affiancare artisti classici come Gidon Kremer, Mstislav Rostropovic e Renee Fleming, pop come Sting, e jazzisti del calibro di Pat Metheny, Lalo Schifrin, Hank Jones, Bill Mays, Philip Catherine, Benny Golson, Michael Brecker e Scott Robinson. Appare in oltre venti dischi da leader e sideman, compone regolarmente per colonne sonore e orchestre. Con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana ha realizzato il progetto su Bill Evans, definito dal leggendario Paquito D’Rivera “disgustosamente meraviglioso”. La formazione: Anat Cohen – clarinetto, sax tenore; Gary Versace – pianoforte; Martin Wind – contrabbasso; Matt Wilson – batteria. Ingresso: posto unico numerato intero 15,00 euro, ridotto (soci Marche Jazz Network 2018) 13,00 euro; Speciale studenti universitari 5,00 euro (max 40 posti).

Al via anche le prevendite per l’appuntamento di Ancona Jazz più atteso dell’anno, la Gospel Night, che quest’anno sarà mercoledì 19 dicembre (ore 21.30): sul palcoscenico, direttamente da Boston, il The Howard Gospel Choir, energica formazione statunitense con ben 12 cantanti, 1 tastierista e il direttore del coro, in Italia per sole due date, una di queste ad Ancona. L’Howard Gospel Choir ha condiviso il palco con artisti importanti come Stevie Wonder, Berry Manilow, Tony Bennett, Ne-Yo, The Beach Boys e Zucchero Fornaciari. Inoltre si è esibito alla presenza di grandi figure politiche quali il Presidente Obama, Dr. Henry Louis Gates, Jr., il Reverendo Jesse Jackson e il Reverendo Dr. Jeremiah A. Wright, Jr.
Fondato nel 1968 da Melanie Russell (Lee) e Rosalind Thompkins (Lynch), l’Howard Gospel Choir (HGC) di Boston è il primo coro collegiale di grande portata negli States: è composto da più di settanta persone e comprende gli studenti e alunni dell’Howard University e delle comunità circostanti. Grazie al contributo di musicisti eccezionali, il repertorio abbraccia il gospel contemporaneo e tradizionale, gli inni e i Negro spirituals. Membri celebri di questo ensemble sono i vincitori dei Grammy come Richard Smallwood, Coré Cotton (member of Sounds of Blackness), Elbernita “Twinkie” Clark of the legendary Clark Sisters, e star dell’R&B come Ángela Winbush. Per cinquant’anni l’Howard Gospel Choir ha raggiunto livelli elevati, esibendosi in molti luoghi prestigiosi come la Casa Bianca, il Capitol Building, la DAR Constitution Hall e la Washington National Cathedral. Nel 2016 è uscito l’ultimo album Glorious God: il cd è una raccolta di brani che riflettono appieno il loro genere musicale. Oltre ad essere rimasto per più di dieci settimane nella Top 30 Charts della Gospel Music, questo album unico è stato nominato per due Stelle Awards 2017, 4 Rhythm of Gospel Awards and 1 Steeple Award.

Biglietti: poltronissime intero 27,00 – ridotto 23,00 (+ 2,50 d.p.), poltrone: intero 22,00 – ridotto 19,00 (+ 2,00 d.p.), 1^ galleria: intero 17,00 – ridotto 15,00 (+ 1,50 d.p.), 2^ galleria, palchi laterali: intero 12,00 – ridotto 10,00 (+ 1,00 d.p.), 3^ galleria: intero 9,00 (+1.00 d.p.). Riduzioni: soci Coop, soci Arci, giovani fino a 26 anni, adulti oltre 65, soci Marche Jazz Network 2018, soci Fai, soci Marche Teatro Card.
Prevendita presso la biglietteria del teatro e online su www.geticket.it da mercoledì 10 ottobre. Orari biglietteria Teatro delle Muse: da martedì a sabato: 9,30 – 13,30, giovedì e venerdì: 9,30-13,30 / 16,30 – 19,30. Aperto anche un’ora prima degli spettacoli a pagamento, tel. 071.52525 / fax 071.52622 – email: biglietteria@teatrodellemuse.org

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X