facebook rss

Telemedicina e futuro
della rete sanitaria,
convegno oggi a Staffolo

SANITÀ - L'incontro, promosso dal Rotary club di Jesi in collaborazione con il Rotary Altavallesina, è aperto a tutta la cittadinanza
mercoledì 10 ottobre 2018 - Ore 17:33
Print Friendly, PDF & Email

Paola Duca

 

di Talita Frezzi

I progressi della medicina anzi, della telemedicina come strumento di sviluppo della rete sanitaria regionale. È il tema al centro dell’incontro – in programma oggi pomeriggio alle ore 17.30 presso il centro culturale Polivalente di Staffolo (via XX Settembre) – organizzato dal Rotary club di Jesi presieduto da Paola Duca in collaborazione con il Rotary club Altavallesina del presidente Marco Filipponi e il patrocinio del Comune di Staffolo.
Tanti e interessanti gli spunti della tavola rotonda a cui parteciperanno anche la direttrice del servizio salute della Regione Marche Lucia Di Furia, il direttore generale Azienda Ospedali Riuniti Michele Caporossi, il sindaco di Staffolo Patrizia Rosini. Moderatore dell’incontro il primario del reparto di Cardiologia e Cardiochirurgia pediatrica degli Ospedali Riuniti di Ancona e socio del Rotary di Jesi Marco Pozzi.
Oltre alla tematica principale, “la telemedicina come strumento di sostenibilità della rete sanitaria”, si parlerà anche di “futuro prossimo: la tele-chirurgia”. Non mancheranno dimostrazioni di teleconsulto con attrezzature di telemedicina e di ecografia portatile per mostrare come un medico o un paramedico col supporto di un cardiologo specialista possa produrre immagini tali da consentire allo specialista che assiste in diretta di effettuare una diagnosi a distanza in condizioni di emergenza h24 e di trattare il paziente a casa o in ambulanza migliorando l’aspettativa di vita del paziente. Sarà fatta una dimostrazione di applicazione della telemedicina a domicilio e nella riabilitazione e sulla struttura mobile, quest’ultima per garantire assistenza itinerante in caso di eventi catastrofici o calamità. L’incontro è aperto a tutta la cittadinanza. 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X