facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Unicam ricorda Carlo Urbani,
convegno per raccontare
tre eccellenze

JESI - L'Università di Camerino domani ha organizzato a Jesi un incontro in memoria del medico della Sars, verranno presentate le esperienze di tre spin off di successo
Print Friendly, PDF & Email

 

Unicam ricorda il “medico della Sars”, Carlo Urbani, con un convegno “Ricerca e innovazione al servizio della società”, domani pomeriggio a Jesi. Si terrà a Palazzo dei convegni, alle 17,30. Il rettore Claudio Pettinari coordinerà i racconti degli spin off Unicam, Biovecblok, Limix e Synbiotec, impegnati quotidianamente nello studio e nella ricerca di soluzioni che possano aiutare la società. Il convegno sarà l’occasione per far conoscere le ricerche condotte dai singoli spin off, illustrando il percorso compiuto e le diverse realtà affrontate partendo dal territorio per poi aprirsi al mondo. Nel corso del convegno si parlerà dello spin off Limix e di “Talking Hand” (il guanto che trasforma la lingua dei segni in parole), facendo in modo di abbattere la barriera esistente tra le persone non udenti e gli altri. Un altro spin off nasce dal gruppo di parassitologia di Unicam, Biovecblok srl, il cui obiettivo è lo sviluppo di strategie innovative per il controllo delle zanzare che trasmettono malattie come malaria, dengue, Zika virus, febbre gialla. Biovecblok sviluppa differenti approcci per il controllo delle popolazioni di zanzare vettrici, utilizzando composti naturali non tossici. Nel corso dell’incontro sarà presentata l’esperienza di questo spin off che, prima start up italiana, è salito sul podio della Global social venture competition a Berkeley nel 2017. L’incontro si concluderà con il racconto delle ricercatrici di Synbiotec, il primo spin off di Unicam, oggi società a responsabilità limitata, specializzata nella ricerca e sviluppo di probiotici per applicazioni in nutrizione umana ed animale. La missione di Synbiotec consiste nel migliorare la salute delle persone e degli animali agendo attraverso l’intestino e le cellule microbiche che vi albergano. Tre esperienze di successo, di aziende delle Marche nate dalla ricerca universitaria, che hanno deciso di rimanere sul territorio ma di applicare le proprie scoperte e i propri studi per migliorare la qualità della vita di chi è meno fortunato, di chi ha bisogno di sostegno, di chi da solo non potrebbe farcela.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X