facebook rss

Black out e gelo, Fabriano attrezza
una palestra con posti letto

NEVE - Da ore sono al buio Cancelli, Serrina e Serradica. "Stiamo cercando di parlare con i dirigenti Enel provinciali ma a quanto pare la competenza sta nella provincia di Macerata" fa sapere il sindaco che per superare l'emergenza ha attivato la protezione civile. Super lavoro per i vigili del fuoco tra rami, alberi e pali della rete telefonica caduti
Print Friendly, PDF & Email

Fabriano con la neve (foto d’archivio)

Proseguono i disagi collegati alla neve a Fabriano. “La frazione di Cancelli è senza corrente elettrica da tutto il giorno e stiamo cercando di parlare con i dirigenti Enel provinciali ma a quanto pare la competenza sta nella provincia di Macerata. La preoccupazione è per il freddo di stanotte per cui stiamo pensando di attrezzare in qualche palestra dei posti letto per chi dovesse averne bisogno” fa sapere il sindaco Gabriele Santarelli che ha chiesto sui social media ai concittadini di esternare le difficoltà “ per essere operativi nel giro di un’ora grazie all’intervento della protezione civile” .

Il black out elettrico è stato segnalato alla polizia locale anche da utenti di Serrina e Serradica. La giornata di neve ha creato più di un problema  nel Fabrianese anche per i rami e gli alberi caduti ed i mezzi intraversati soprattutto al valico per Fossato di Vico. Interventi che hanno costretto i vigili del fuoco ad un super-lavoro per tamponare tutte le richieste in emergenza formulate in ben 14 interventi. A San Michele, in particolare, è caduto anche un palo della linea telefonica con il filo che ostruiva il passaggio degli spazzaneve.  I lavoratori pendolari invece hanno visto sopprimere il treno delle 8 Fabriano-Civitanova per le difficoltà di transito sui binari e alcune aziende hanno dovuto rallentare la produzione. Già dal pomeriggio, però tutte le strade delle  rete viaria maggiore erano pulite e transitabili. “Ci scusiamo per i disagi – prosegue il sindaco – Abbiamo operato senza due mezzi dei privati previsti dei quali uno per avaria e un altro per mancata attivazione. A quest’ultimo chiaramente sarà sospeso l’accordo di collaborazione. Grazie alla disponibilità degli altri operatori abbiamo sopperito a queste mancanze. Anche la protezione civile si è attivata per ripulire i marciapiedi. Ora monitoriamo la situazione per essere pronti con il sale nel caso in cui si abbassassero le temperature”.

Neve, a Jesi ordinanza per la manutenzione alberi nei giardini privati

Neve a Fabriano e Jesi: mezzi danneggiati dalla caduta di alberi e rami

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X