facebook rss

Saluti di fine anno, Mancinelli:
«Esploso l’orgoglio di essere anconetani»

ANCONA – Nel canonico video di auguri, la sindaca traccia la road map dei progetti che vedranno la luce nel 2019, tra cui la Casa di quartiere a Brecce Bianche, l'illuminazione del waterfront ed il restyling del laghetti del Passetto. Affondo sul Bando periferie: «ci hanno fatto perdere un anno»
domenica 30 Dicembre 2018 - Ore 14:38
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli

 

 

«L’augurio per il 2019 è di continuare a vivere con lo stesso spirito il rinnovamento ed il rilancio della città. Ancona può contare sull’impegno continuo di tutti quelli che la amano: il vostro». Parola della sindaca Valeria Mancinelli, che nel canonico video di saluti di fine anno, affidato alla sua pagina Facebook, traccia anche la road map dei progetti che vedranno la luce il prossimo anno.
Nel fare un bilancio del 2018, la prima cittadina ricorda con soddisfazione la riconferma alle Amministrative di giugno, «una fiducia che ripagheremo lavorando con intensità e passione, come abbiamo provato a fare negli ultimi cinque anni. È un impegno che posso prendermi in tutta coscienza: continueremo a lavorare così».
Ma in che cosa si concentrerà, nello specifico, l’azione dell’amministrazione per l’anno che sta entrando?
Innanzitutto, nel 2019 verrà portata finalmente a compimento l’opera di restyling dell’area dei laghetti al Passetto e vedrà la luce la nuova piazza delle Palombare. Nella «to do list» della sindaca, compare anche il completamento dei lavori di rifacimento delle scuole Mercatini di Palombina Nuova, un intervento da 2,1 milioni di euro già in corso e la cui conclusione è prevista a febbraio. A questi progetti si aggiungono la pista ciclabile che collegherà Pietralacroce a Portonovo, l’avvio dell’appalto dei lavori per la nuova illuminazione del waterfront, dalla lanterna rossa a Porta Pia.
Un progetto speciale è inoltre stato studiato per la zona di Brecce Bianche, dove «apriremo nei prossimi mesi la Casa del quartiere – fa sapere Mancinelli – con la presenza di personale che si occuperà più da vicino dei problemi specifici dei residenti e, grazie ad un accordo con l’Asur, ci sarà anche personale sanitario che girerà nelle case del quartiere a domicilio». Nel 2019 partiranno anche i lavori per il secondo stralcio di interventi nella zona del parcheggio degli Archi, con la nuova palestra e la riqualificazione del parco Rupe. Una buona notizia per il quartiere che fa il paio con lo sblocco, a livello nazionale, dei fondi del Bando Periferie dopo l’approvazione della Finanziaria, grazie al quale Ancona beneficerà di 12 milioni di euro, molti dei quali destinati proprio al restyling degli Archi.
Per quanto riguarda il rione del Piano, dal 2019 ci sarà il nuovo presidio fisso della Polizia Municipale a piazza Ugo Bassi, in uno dei due stabili di Conerobus, e partirà il lungo iter progettuale che porterà al nuovo mercato mercato di piazza D’Armi, per il quale è stato approvato negli scorsi giorni l’avviso pubblico per il concorso di progettazione.
Nei suoi auguri di fine anno, Mancinelli non tralascia qualche stoccata al governo giallo-verde, osservando che «le novità a livello nazionale non sono del tutto positive. Abbiamo riportato a casa i fondi del Bando Periferie, è vero, però ci hanno fatto perdere quasi un anno e non si capisce bene quando potremo cominciare a spenderli. La legge di bilancio approvata dal Parlamento qualche giorno fa taglia una parte dei fondi per la spesa corrente, e questo crea ovviamente qualche problema. Ma le difficoltà vanno tenute presenti per essere affrontate e superate».

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X