facebook rss

Addio a Celso Canonico,
l’imprenditore che donò
opere d’arte al museo civico

OSIMO - E' morto stanotte a 85 anni il titolare per molti anni della 'Elettrogalvanica'. Aveva chiesto di esporre nella collezione civica e segnalare in un catalogo i dipinti e le incisioni di Luigi Bartolini ricevuti in eredità
martedì 8 Gennaio 2019 - Ore 11:44
Print Friendly, PDF & Email

Celso Canonico in una foto d’epoca mentre premia i campioni  osimani del motocross: Paolo Bambozzi, Giampaolo Vicarelli, Oliviero Monticelli

Saranno celebrati giovedì prossimo, 10 dicembre alle ore 9.30, nella chiesa della Misericordia di Osimo i funerali dell’imprenditore Celso Canonico. Il titolare dell’’Elettrogalvanica’ che ha operato in città, in via Castelfidardo per oltre 40 anni, se n’è andato stanotte all’età di 85 anni. La salma si trova esposta per le visite alla Casa funeraria Re di via dei Tigli, a Padiglione di Osimo. Dopo la funzione religiosa, giovedì mattina si proseguirà per la cremazione. Il consigliere comunale Antonio Scarponi lo ricorda per un gesto di mecenatismo. “Celso era un eclettico personaggio doc osimano, uomo con un grande cuore, 15 anni fa mi chiamò per visionare una serie di opere di Luigi Bartolini che aveva ricevuto in eredità, mi disse ‘… io di arte non ne capisco niente, vorrei che queste fossero apprezzate e collocate in modo adeguato vista la loro importanza in un museo, con un catalogo che ne certifichi autenticità…‘ Ora le opere si trovano nel Museo civico di Osimo e rappresentano il periodo di Luigi Bartolini nella nostra città, le famose lavandaie alle fonti. Un gesto non comune, grazie Celso a nome di tutta la città”. L’imprenditore lascia la moglie Giovanna, i figli ed i nipoti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X