facebook rss

Maltrattamenti su animali in cortile:
i forestali trovano
un cane morto e un altro ferito

CASTELFIDARDO - Si tratta di un terranova rinvenuto privo di vita e di un meticcio legato con una catena di ferro alla recinzione del giardino. A causa della misura ridotta del guinzaglio, i suoi movimenti erano nulli. Trovato anche un pastore tedesco. I cani vivi sono stati portati in un rifugio. Denunciato l'uomo che ha preso in affitto l'abitazione
Print Friendly, PDF & Email

Il cane trovato con la catena al collo

 

Blitz dei forestali nel cortile di un’abitazione di Castelfidardo: trovato un cane ferito e un altro morto. L’operazione è stata condotta nei giorni scorsi dalla polizia locale  e dai carabinieri del Conero dopo la segnalazione di presunti maltrattamenti su animali. La denuncia è scattata per l’uomo che ha preso in affitto l’appartamento. Si tratta di un campano di 58 anni a cui sono stati contestati i reati di uccisione e maltrattamento di animali. In totale, i carabinieri hanno trovato tre cani, tutti col microchip: un terranova morto, un pastore tedesco e un meticcio vivi. Quest’ultimo è stato rinvenuto con una catena di ferro stretta al collo e agganciata alla recinzione del cortile. La lunghezza del guinzaglio si aggira attorno ai 15 centimetri, dettaglio che rendeva praticamente nulli i movimenti al cane. Aveva ferite all’altezza del collo. A poca distanza, è stato trovato il terranova. Stando ai primi riscontri, sarebbe morto alcuni giorni prima dell’operazione dei forestali. All’interno della recinzione,  c’era anche un pastore tedesco. I cani vivi sono stati sequestrati e portati al canile Anita di Falconara. La carcassa del terranova verrà portata all’Istituto zooprofilattico di Pesaro per essere analizzata e scoprire con esattezza le cause della morte.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X