facebook rss

Restyling Passetto, Mercato delle Erbe
nuova piazza Repubblica:
ecco il piano delle opere pubbliche

ANCONA – Nel Programma triennale 2019/2021 dei lavori pubblici del Comune, sono stati inseriti una serie di interventi di cui la città necessita o che l'A amministrazione intende portare avanti. Tra questi, anche la manutenzione straordinaria delle Muse, il completamento della restaurazione di palazzo degli Anziani, la riqualificazione di piazza d'Armi e i progetti legati al Bando Periferie
sabato 19 Gennaio 2019 - Ore 13:59
Print Friendly, PDF & Email

 

di Martina Marinangeli

Il libro dei sogni di Ancona prende forma nel Programma triennale 2019/2021 dei lavori pubblici, deve vengono inseriti i vari interventi di restyling, manutenzione e riqualificazione di cui la città necessita. In tre diverse delibere, la giunta ha recepito le proposte arrivate dagli uffici delle direzioni Manutenzione, Pianificazione Urbanistica e Lavori Pubblici e Riqualificazione Urbana, per opere da spalmare da qui al 2021, secondo diversi gradi di priorità. Tra questi, spiccano il completamento del novo Mercato delle Erbe – con contestuale trasferimento delle attività presenti al suo interno in una tensostruttura in piazza Pertini – e il restauro del monumento del Passetto, con tanto di riqualificazione ed illuminazione della scalinata che conduce al mare, oltre al restyling di piazza della Repubblica, da interdire al traffico per completare il percorso «da mare a mare», ovvero dal porto al Passetto (per rimozione della pensilina e la pavimentazione, il costo stimato dagli uffici comunali è di 950 mila euro). Ci sono poi le grandi partite già avviate, come il restyling di piazza d’Armi, da trasformare in un nuovo polo commerciale e culturale della città, l’illuminazione del waterfront, la pista ciclabile Ancona-Portonovo, il completamento della messa in sicurezza della Mole Vanvitelliana, danneggiata in seguito al sisma, ed i progetti di riqualificazione delle zone degradate della città, appesi alle altalenanti sorti del Bando Periferie da 12 milioni di euro. Lifting anche per il teatro delle Muse, con tre diverse tipologie di intervento suddivise nei tre anni di programmazione per un costo stimato di 600 mila euro totali per la sistemazione del palcoscenico (2019), l’efficientamento energetico (2020) e la manutenzione straordinaria per la copertura delle corti interne (2021).
«Quelle raccolte nelle tre delibere riguardanti la Programmazione triennale dei Lavori Pubblici – spiega l’assessore competente, Paolo Manarini – sono le proposte arrivate dagli uffici che come giunta abbiamo adottato. Il 2019 sarà l’anno della sicurezza e della manutenzione straordinaria dei beni pubblici: scuole (con l’avvio di alcuni interventi di adeguamento sismico), infrastrutture ed edifici culturali e istituzionali». Tra questi, compare anche il completamento del restauro di palazzo degli Anziani – che all’ultimo piano ospita il Consiglio comunale – nella parte concernente i piani interrati.

Mercato delle Erbe – La riqualificazione del Mercato delle Erbe dovrà prevedere la ricollocazione delle attività tradizionali al piano terra, mentre al piano primo si potranno svolgere attività di ristorazione, bar ed intrattenimento. Tutto l’edificio necessiterà perciò di un profondo ed esteso intervento di restauro e modernizzazione che, senza stravolgere l’impianto originario, possa contribuire ad una valorizzazione dell’attività ed alla rivitalizzazione sociale e commerciale dell’area .
Gli interventi riguarderanno l’allestimento di alcuni spazi per le nuove attività da sistemare principalmente al primo piano e l’istallazione di alcuni impianti che possano rendere lo spazio più accogliente e tecnologicamente più vivibile, quali l’impianto di diffusione sonora, l’impianto wi-fi, l’impianto di videosorveglianza, l’impianto di videoproiezione, per un costo stimato di 500 mila euro.
Lavori di questa natura richiederanno un tempo di circa due anni per i soli aspetti edilizi. Per questo motivo, valutata l’impossibilità ad eseguire i lavori per stralci funzionali – che avrebbero consentito il mantenimento delle attività attuali in una parte del mercato mentre l’altra diventava cantiere – sarà necessario un trasferimento temporaneo e la location più adeguata è, secondo il Comune, piazza Pertini. Le ragioni addotte dalla Direzione Lavori Pubblici e Riqualificazione Urbana per la scelta fanno riferimento al fatto che la piazza è molto ampia e può ospitare, senza stravolgimenti, una tensostruttura delle dimensioni di 1.000 mq circa, come spesso avviene con le manifestazioni temporanee. Anche se temporaneo, il mercato richiede una serie di caratteristiche igienico sanitarie e di sicurezza identiche a quelle di un mercato stabile, stimate in un costo di 600 mila euro.
La presenza del mercato sulla piazza, però, non consentirà lo svolgimento di alcune attività sportive all’aperto, organizzate soprattutto durante l’estate.

Restauro del Passetto – Per la restaurazione del monumento dei Caduti, invece, è stato previsto un costo di 450 mila euro, a cui si aggiungono i 400 mila euro per la riqualificazione della scalinata che scende fino al mare, con tanto di realizzazione di un nuovo impianto di pubblica illuminazione che valorizzi e metta in rilievo gli aspetti architetturali del monumento e sistemazione del verde adiacente.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X