facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Mareggiate e fiume in piena:
acqua e fango lambiscono
ristorante alla foce del Musone

NUMANA - Attimi di panico, poco dopo mezzogiorno, nell'area al confine tra Numana e Porto Recanati dove il fiume stamattina è esondato e l'allagamento minacciava il locale. Sul posto i vigili del fuoco di Osimo e Ancona con le idrovore
Print Friendly, PDF & Email

Il fiume Musone in piena (foto d’archivio)

I temporali di questo week end, ingrossando il Musone, hanno contribuito a farlo arrivare al livello di guardia. L’acqua del fiume ha continuato salire e stamattina è esondato sui campi di Numana circostanti la foce in mare e ai margini della Litoranea, proprio ai confini con Porto Recanati. L’acqua e fango stamattina sono arrivati a lambire la corte esterna di un ristorante ed i titolare ha richiesto, intorno alle 12.15, l’intervento dei vigili del fuoco di Osimo con il supporto di una idrovora in arrivo dal comando centrale dei pompieri di Ancona. Sono stati attimi di panico perché nel locale stavano per sedersi a tavola per pranzo anche diversi clienti. I vigili del fuoco hanno subito verificato che la stazione di pompaggio dell’acqua, che serve la zona era in tilt, e non riusciva più a drenare i liquidi in eccesso. Hanno quindi messo in atto tutte le manovre per cercare di far defluire l’acqua Nell’arco di un quarto d’ora però la situazione è cambiata: il corso d’acqua, con impeto, ha rotto il tratto finale dell’argine ed è riuscito a far entrare tra le onde del mare l’eccesso di acqua ritirandolo dai campi. Il fiume stesso ha quindi evitato il probabile allagamento nella zona anche di via Bologna e via Venezia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X