facebook rss

Caos traffico, i residenti chiedono
i varchi elettronici in via Roncisvalle

OSIMO - Nel corso del consiglio di quartiere del centro storico, ieri sera, sono stati sollecitati anche più controlli e multe per gli automobilisti che fanno sosta selvaggia dentro le mura, e invitato gli amministratori a garantire bagni pubblici più decorosi. Si è scoperto che una banda di baby vandali li avrebbe danneggiati a più riprese
mercoledì 13 Febbraio 2019 - Ore 18:49
Print Friendly, PDF & Email

Osimo, via Roncisvalle

I bagni pubblici sotto al loggiato comunale di Osimo

Più controlli sulle modalità di parcheggio negli spazi non contrassegnati dalle strisce blu nel centro storico e magari qualche multa in più agli automobilisti indisciplinati. L’istallazione di varchi elettronici in via Roncisvalle, stretta e congestionata dal traffico dei lavoratori pendolari che, nelle prime ore della mattina, devono uscire dalla città e vogliono bypassare i lunghi incolonnamenti di mezzi in via Marco Polo e in via Guazzatore. Ma tra i problemi che affliggono il centro città di Osimo c’è anche il degrado urbano per una scarsa pulizia delle strade insozzate dagli escrementi di piccioni e quello dei bagni pubblici sempre più rotti e poco puliti. Un biglietto da visita spiacevole per i turisti. L’irritazione degli abitanti della city osimana è stata palpabile ma espressa con modi eleganti e civili, ieri sera, 12 febbraio, all’assemblea del consiglio di quartiere.

Il parcometro ed i parcheggi a strisce blu di piazza Dante

Il sindaco Simone Pugnaloni, gli assessori Federica Gatto e Mauro Pellegrini, il comandante della Pm Graziano Galassi e il presidente di quartiere, si sono confrontati con una trentina di cittadini di tutte le età. E’ emerso intanto che un gruppo di baby vandali, tutti in età compresa tra i 15 ed i 17 anni, puntualmente prende di mira e danneggia i sanitari della toilette sotto il loggiato comunale, soprattutto nelle ore pomeridiane. Della questione sono già state informate le forze di polizia e l’amministrazione comunale sta valutando di istituire di nuovo la figura del custode dei bagni pubblici,  fino a poco tempo fa garantita dalla associazioni di volontariato.

La chiesa dei Ss Martiri di Osimo in via Roncisvalle

Più complicata l’ipotesi di installare varchi elettronici nell’area di via Roncisvalle (Borgo San Giacomo) dove a monte, vige già un divieto di accesso e di transito durante le ore di entrate ed uscita degli scolari del polo scolastico, non rispettato quasi da nessuno. In attesa della variante Nord che alleggerirà il traffico sulla ex Ss 361 vanno trovate soluzioni concrete al problema. I residenti sono quindi tornati a chiedere maggiori controlli alla Pm. Identica richiesta è arrivata da chi risiede dentro le mura per le soste no-stop e scorrette nei parcheggi a strisce bianche o di carico e scarico disseminati sulle piazze centrali della città. Qualcuno ha raccontato di essere stato multato sui parcheggi blu dell’altra rotazione ma di aver notato con amarezza che invece altri mezzi stazionavano per ore e giorni senza incassare multe negli spazi a disco orario o addirittura in spazi non consentiti. E’ così emerso che gli ausiliari del traffico della Osimo Servizi possono multare solo le vetture con ticket scaduto in sosta sugli stalli dei parcometri ma non i mezzi posteggiati su quelli a disco orario, di competenza unica dei vigili urbani.

Gli amministratori comunali hanno giustificato l’impossibilità di una presenza assidua degli agenti della Pm con la carenza di personale, nonostante le nuove assunzioni. Il corpo della Polizia locale è rimasto con 22 agenti ed entro il prossimo dicembre, potrebbero andarne in pensione anticipata forse altri 5, grazie alla riforma ‘Quota cento’. Nel corso della serata è stato assicurato impegno per contenere la popolazione dei piccioni ed è stato anche illustrato il progetto del nuovo auditorium da realizzare all’ex cinema Concerto. Tra il pubblico erano seduti anche i consiglieri comunali di minoranza Maria Grazia Mariani (Gruppo Misto) e David Monticelli (M5S) già candidato, come il sindaco Simone Pugnaloni (Pd), alle elezioni comunali di primavera.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X