facebook rss

Green Pix si aggiudica
la terza edizione
del bilancio partecipato

ANCONA - Il progetto proposto dalla classe 5 B dell'Istituto Savoia Benincasa, dal costo stimato di 130 mila euro, prevede la riqualificazione dell'area verde di via Marini, con creazione di un anfiteatro, tavoli e panchine, wi-fi, e un'app di accompagnamento didattico alla vegetazione esistente
Print Friendly, PDF & Email

La scorsa edizione del bilancio partecipato

 

 

And the winner is: Green Pix. Il progetto proposto dalla classe 5 B dell’Istituto Savoia Benincasa ha sbaragliato le altre quattro proposte in gara, vincendo la terza edizione del bilancio partecipato del Comune con 10.030 voti.
Prevede la riqualificazione dell’area verde di via Marini, vicina a ben quattro plessi scolastici e, oltre alla potatura degli alberi e alla creazione di un percorso che ne faciliti l’accesso, il progetto contempla la creazione di un anfiteatro, tavoli e panchine, la riqualificazione del campetto polifunzionale, wi-fi, e soprattutto la creazione di un’app di accompagnamento didattico alla vegetazione esistente, pensata per grandi e piccini. La stima complessiva del progetto preliminare era di 130.000 euro.
I votanti totali sono stati 3.123, di cui 2.495 considerati validi (ognuno di essi aveva a disposizione 10 punti da allocare a scelta su uno o più progetti), e hanno portato sul podio, dopo il vincitore, la galleria in fiore, curata dell’Istituto Vanvitelli Stracca Angelini, ed il precorso podistico Percorsi dell’Orsa, presentato dai cittadini. Si piazza al quarto posto l’affaccio storico sul golfo di Ancona, progettato dal Liceo Classico Rinaldini, e chiudono l’elenco i percorsi urbani da mare a mare, presentati dai cittadini.
«Siamo molto contenti di questa edizione per diversi motivi – afferma l’Assessore al bilancio Ida Simonella -. Innanzitutto per la partecipazione delle scuole e dei ragazzi che hanno portato una ventata di novità assoluta. Poi dei cittadini: corrisponde al 3% della popolazione avente diritto ed è un risultato importante. Infine per la qualità dei progetti, tutti di fatto meritevoli. Terremo comunque conto di tutte le proposte e verificheremo, compatibilmente alle disponibilità di bilancio, di portare avanti tutte le iniziative. Ora passeremo alla progettazione definitiva e alla realizzazione di questo sogno dei ragazzi del Savoia Benincasa»
«Il bilancio partecipato è stata una scommessa vinta, partita tre anni fa – afferma il coordinatore Fabio Fiorillo -. Educa i cittadini ad una partecipazione consapevole, strutturata nella redazione delle proposte progettuali. Ed educa anche il Comune all’ascolto e al confronto con le aspirazioni grandi e piccole della città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X