facebook rss

Carenza personale in sanità,
Anaao: «La Regione intervenga»

ANCONA – Secondo il sindacato, la grave insufficienza di medici specialisti, che investe il Sistema Sanitario nazionale, si riflette sul territorio regionale, traducendosi in carichi di lavoro insostenibili per i dipendenti ed in disservizi per i cittadini
sabato 9 Marzo 2019 - Ore 17:22
Print Friendly, PDF & Email

Oriano Mercante

 

 

La situazione di grave carenza di medici specialisti, che investe il Sistema Sanitario nazionale si riflette nelle realtà locali in carichi di lavoro insostenibili per i dipendenti nonché in inevitabili disservizi per i cittadini. Il monito arriva dal sindacato del settore sanitario Anaao Marche. «Ci sono situazioni gravi in molte parti anche della regione – ha detto il segretario regionale Oriano Mercante –. Al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Urbino, ad esempio, c’è una cronica criticità di personale medico in servizio. Le colleghe ed i colleghi di questa U.O. eroicamente si accollano da anni un numero intollerabile di turni di servizio, guardie notturne e reperibilità, con conseguenti oggettive difficoltà sia gestionali quotidiane che di deroga rispetto a diritti fondamentali quali la fruizione dei riposi e delle ferie. Ad Osimo – prosegue – il servizio di guardie notturne è stato appaltato ad una cooperativa esterna costituita da medici ma, relativamente a questa tipologia di interventi, di certo non può che trattarsi di una soluzione tampone e non di una strada definitiva. L’odioso strumento della mobilità d’urgenza risulta assolutamente non risolutivo e anzi produce una massiva fuga di validi colleghi verso aziende più rispettose delle professionalità dei singoli ed attente alle relazioni con i dipendenti. La misura è colma – conclude Mercante – e serve un incontro urgente con il presidente Luca Ceriscioli e la dirigente del Servizio sanitario regionale, Lucia Di Furia».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X