facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Beffati dalle banche,
scatta la protesta in piazza del Papa:
«Che il governo sblocchi i fondi ristoro»

ANCONA - Questa mattina il sit in della Federcosumatori con tanto di cartelli di fronte all'ingresso della Prefettura per chiedere al Governo gli indennizzi per recuperare quanto perso a causa del crac degli istituti di credito
Print Friendly, PDF & Email

La protesta dei risparmiatori

 

In piazza per chiedere lo sblocco dei fondi di ristoro. Hanno protestato questa mattina davanti alla Prefettura di Ancona i risparmiatori che hanno perso i loro soldi per il crac degli istituti di credito, tra cui Banca Marche. Con tanto di cartelli, i risparmiatori – sotto il coordinamento della Federconsumatori –  hanno presidiato la piazza in una manifestazione che si è svolta a livello nazionale, simbolicamente di fronte alla Prefetture della città di riferimento. Tra gli striscioni apparsi,  «Banche, truffa totale, rimborso parziale». E ancora, «Subito i rimborsi», in riferimento allo sblocco dei fondi non ancora decretato dal governo. Il presidente della Federconsumatori Emilio Viafora: «Basta con le rassicurazioni ed i continui rinvii.  È giunto il momento di varare il fondo di ristoro, stando però ben attenti a disporre misure che non vadano in contrasto con le disposizioni dell’Europa in materia. Andare avanti senza tener conto di tali misure significherebbe prendere ulteriormente in giro i cittadini, varando una misura con la consapevolezza che possa essere contestata. Non vorremmo  che questo continuo procrastinare i Decreti rappresenti solo una malcelata intenzione di posticipare il varo fino a farlo coincidere con la campagna elettorale per le elezioni europee. Un tentativo bieco di carpire consensi, a cui i risparmiatori non crederanno. Lo iniziano a comprendere anche i componenti stessi del Governo, nel quale si intravede un’incrinatura tra chi vuol sfruttare a fini elettorali tale vicende e chi propende per sbloccarla».

(foto di Giusy Marinelli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X