facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Provoca un incidente e tenta la fuga:
fermato dai carabinieri

CASTELPLANIO - Lo schianto che ha coinvolto due auto è avvenuto lungo la provinciale 76. Alcuni testimoni hanno riferito che l'uomo alla guida di una Toyota avrebbe tentato di allontanarsi, omettendo il soccorso a una coppia di giovani fidanzati che procedeva a bordo di una Opel Corsa
Print Friendly, PDF & Email

L’incidente lungo la Sp76

 

di Talita Frezzi

Provoca un incidente con due ragazzi rimasti feriti, poi con l’auto distrutta cerca di allontanarsi, ma viene prontamente bloccato dai carabinieri e dagli operatori sanitari. E’ successo poco prima delle 21 lungo la strada provinciale 76, nei pressi dello svincolo per via Brodolini e la zona industriale di Castelplanio. Secondo una prima ricostruzione della dinamica, su cui stanno lavorando i carabinieri, sembra che una Toyota condotta da un 55enne della zona, uscendo da un passo carraio abbia urtato lateralmente una Opel Corsa che procedeva lungo la sp76. A bordo una coppia di fidanzati di 21 e 25 anni di Castelplanio. In seguito al violento impatto la Opel ha fatto testacoda andando a schiantarsi contro un muretto. Feriti, per fortuna non gravemente, i due giovani che hanno chiamato subito le rispettive famiglie, mettendo in moto i soccorsi sanitari. Intanto, secondo quanto riferito da alcuni testimoni, il 55enne avrebbe tentato di allontanarsi sebbene la vettura fosse semi distrutta. Dopo 10 metri è stato fermato dai carabinieri. Sul posto sono intervenuti i sanitari dell’automedica del 118 di Chiaravalle e due ambulanze della Croce verde di Serra San Quirico e della Croce Rossa di Jesi, oltre ai vigili del fuoco e una pattuglia della Polstrada. Il 55enne è stato medicato sul posto e ha rifiutato il ricovero in ospedale. Mentre i due ragazzi sono stati accompagnati al pronto soccorso dell’ospedale Carlo Urbani di Jesi con due codici verdi. Strada bloccata durante i rilievi di legge e le operazioni di soccorso. Sono ancora in corso gli accertamenti sulla dinamica per capire le responsabilità dell’uomo alla guida della Toyota.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X