facebook rss

Non solo spiagge,
tutta la città sarà plastic free

ANCONA – Nel presentare l'ordinanza che vieta l'uso della plastica monouso nei litorali dal 1 luglio, il sindaco Valeria Mancinelli ha fatto sapere che l'obiettivo è quello di estendere il provvedimento a tutto il territorio comunale, come richiesto dalla mozione (primo firmatario Mascino) presentata in Consiglio. Festa a Palombina i primi di giugno per informare la cittadinanza. Presentata anche una nuova App per i parcheggi sulle strisce blu targata Volkswagen
Print Friendly, PDF & Email

 

di Martina Marinangeli

Si parte con le spiagge, ma l’obiettivo è quello di rendere l’intera città plastic free. Nel presentare l’ordinanza che vieta l’uso della plastica monouso nei litorali dorici dal 1 luglio, il sindaco Valeria Mancinelli ha annunciato l’intenzione – in ottemperanza anche alle direttive europee che impongono severe restrizioni dal 2021 – di estendere il provvedimento all’intero territorio comunale a partire dal prossimo gennaio. L’ampliamento dell’applicazione sarà oggetto di un’ordinanza ad hoc distinta, che riprende quanto previsto dalla mozione che vede come primo firmatario il consigliere di maggioranza Giuseppe Mascino.

Da sinistra, l’assessore all’Istruzione Tiziana Borini, il consigliere di maggioranza, Giuseppe Mascino, la sindaca Valeria Mancinelli e il vicesindaco Pierpaolo Sediari

«Intanto però si inizia con le spiagge – spiega la prima cittadina – dove, da luglio, saranno vietate posate, bicchieri, piatti e cannucce in plastica non biodegradabile. E non è sanzionabile solo chi vende queste cose, ma anche chi le porta da casa e le usa in spiaggia o nell’area portuale mentre si imbarca o sbarca dalle navi». Sanzioni che possono oscillare dai 77 ai 500 euro. I controlli sul litorale saranno affidati ai vigili urbani e, per il trimestre estivo che va da giugno ad agosto, «saranno assunti tra gli otto ed i 10 agenti di polizia locale a tempo determinato – è sempre Mancinelli a tracciare il quadro –Personale che, oltre ai controlli sulle spiagge per il rispetto dell’ordinanza, affiancherà l’organico attuale nella normale attività di vigilanza».
In alcune spiagge, come a Portonovo, gli operatori avevano deciso di «autolimitarsi» nell’uso di prodotti plastici monouso, iniziando già dallo scorso anno la conversione al biodegradabile. «L’inquinamento da plastica monouso – ha osservato Mascino – è solo parte del problema, e questo provvedimento, benché non risolutivo, è un segnale, un inizio concreto per aumentare la presa di coscienza per la salvaguardia delle coste».
Per sensibilizzare la cittadinanza al cambio di passo sulla plastica, sono state organizzate una serie di iniziative che vanno dalla campagna informativa alla festa prevista per i primi di giugno a Palombina e organizzata da Comune e operatori balneari. Si festeggerà la prima stagione plastic free con iniziative anche nel vialetto Almagià. «Puntiamo a organizzare eventi simili anche in altri posti come il porto antico, Marina Dorica o il Passeto – ha fatto sapere Mancinelli – per informare i cittadini in modo festoso e non con convegni e comizi».
Intanto, ieri mattina i ragazzi delle scuole dell’Infanzia XXV aprile e Verne sono stati coinvolti nell’iniziativa «Spiaggia Pulita» per raccogliere i rifiuti plastici dal lido di Portonovo. Domani, invece, alle scuole Da Vinci degli Archi, ci sarà una mostra «Monster Island», con opere degli studenti della primaria realizzati con oggetti in plastica riciclata. La scultura più bella riceverà anche un premio alla Mole.

Da sinistra, l’ad di Sunhill Technologies Italy Gruppo Volkswagen, Marco Aldegeheri, l’assessore Stefano Foresi e l’amministratore unico di Mobilità&Parcheggi, Erminio Copparo

Presentata anche la nuova applicazione «PayByPhone» per il pagamento digitale dei parcheggi su strisce blu e all’ex Umberto I, che verrà lanciata ufficialmente il primo maggio – in concomitanza con la Fiera di San Ciriaco – quando verranno distribuiti 20.000 voucher del valore di 5 euro di credito da utilizzare per il pagamento della sosta. L’app, la quarta su territorio comunale dopo My Cicero, Easy Park e Telepass Pay, è targata Sunhill Technologies del Gruppo Volkswagen: una volta scaricata, dopo la registrazione sullo smartphone, si avvierà la sessione di parcheggio in modo che la propria sosta venga riconosciuta dal sistema. Con un semplice click del telefono sarà possibile pagare solo per i minuti effettivi di parcheggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X