facebook rss

Premiati 42 maestri del lavoro (Foto/Video)
L’allarme di Mastrovincenzo
su disoccupazione e sfruttamento

ANCONA – Consegnate oggi le stelle al merito conferite dal presidente della Repubblica a cittadini che si sono distinti per laboriosità e meriti particolari. Auditorium gremito alla Mole Vanvitelliana per la manifestazione organizzata dalla Prefettura. Ecco tutti i riconoscimenti
mercoledì 1 Maggio 2019 - Ore 18:25
Print Friendly, PDF & Email

 

I premiati

di Martina Marinangeli

(Foto di Giusy Marinelli)

«Negli ultimi sei mesi del 2018, sono stati persi in Italia 70mila posti di lavoro e il precariato è un problema che, su base nazionale, interessa 3,3 milioni di cittadini, soprattutto giovani che non riescono a trovare un’occupazione stabile». Un quadro a tinte fosche del mondo dell’occupazione quello tratteggiato dal presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo, in occasione della manifestazione organizzata stamattina (1 maggio) dalla Prefettura di Ancona alla Mole Vanvitelliana, per la consegna delle «Stelle al Merito del lavoro», conferite dal Capo dello Stato ai cittadini che si sono distinti, nel corso del tempo, per laboriosità e meriti particolari. Quarantadue i marchigiani che hanno ricevuto il riconoscimento, di fronte ad una nutrita platea composta, tra gli altri, dagli imprenditori Guzzini, Loccioni e Fileni, dal rettore della Politecnica Longhi e da sindaci come Castelli (Ascoli), Mangialardi (Senigallia) e Pugnaloni (Osimo) – oltre alla prima cittadina dorica Mancinelli che ha fatto gli onori di casa dal palco insieme al Prefetto di Ancona, Antonio D’Acunto –, che hanno accompagnato alcuni dei premiati a ricevere la «stella».

Da sinistra, il console regionale emerito Mdl, Iridio Mazzucchelli, il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mastrovincenzo, il prefetto di Ancona, Antonio D’Acunto e la sindaca di Ancona, Valeria Mancinelli

Ai premi per il lavoro svolto ha fatto da contesto un’analisi più ampia della situazione del Paese che, come ha ricordato Mastrovincenzo, è investito dal «problema della disoccupazione, con dati sempre più negativi che caratterizzano l’Italia, nazione terzultima nella graduatoria europea». Infine, un pensiero rivolto a quanti si trovano ad operare in situazioni di oggettivo sfruttamento ed alle vittime degli incidenti sul lavoro, che nell’ultimo periodo hanno interessato anche le Marche: «servono maggiori e più assidui controlli, di informazione e formazione su cui è indispensabile continuare ad investire», ha concluso Mastrovincenzo.

Ecco l’elenco dei premiati:
Provincia di Ancona: Fabio Cipriani (Ancona), Stefano Marovelli (Ancona), Maria Carlotta Mondini (Ancona), Lorenzo Serfilippi (Camerano), Cinzia Pierucci (Castelplanio), Luciano Giuliani (Chiaravalle), Lorenzo Gramazio (Chiaravalle), Romolo Mancini (Fabriano), Doriano David (Jesi), Rosamaria Pacci (Montecarotto), Lorenzo Di Fonzo (Montemarciano), Mauro Milli (Numana), Gianni Coletta (Osimo), Patrizia Duca (Rosora), Sauro Tiberi (San Paolo di Jesi), Renato Cecconi (Senigallia), Anna Barchiesi (Senigallia).
Provincia di Ascoli: Mauro Quartaroli (Ascoli), Massimo Toccaceli (Castel di Lama), Carlo Amici (Folignano), Giulio Cannellini (Folignano), Luigi Mannocchi (Folignano), Luigi D’Alessandro (San Benedetto).
Provincia di Fermo: Sandro Maranesi (Altidona), Simona Beleggia (Montegiorgio), Fabrizio De Minicis (Montegiorgio)
Provincia di Macerata: Flavia Bambozzi, di Civitanova, 39 anni di servizio nel settore delle calzature. Attualmente impegnata alla ditta “Bamboletta” di Civitanova. Angelo Camilletti, di Recanati, dirigente della ditta I Guzzini Illuminazione di Recanati con 41 anni di anzianità di servizio. Ragioniere amministrativo. Piergiovanni Ceregioli, di Treia, a tutt’oggi dirigente della ditta I Guzzini Illuminazione con 36 anni di anzianità di servizio. Giovannino Cingolani, di Recanati, attualmente impegnato alla ditta Castagnari di Montelupone con 36 anni di anzianità di servizio. Sempre a contatto con la direzione, mette a disposizione le sue esperienze per migliorare ed  innovare i prodotti. Stefania Delbalzi, di Macerata, quadro dirigenziale alla Bnl spa di Macerata con 37 anni di servizio. Costante punto di riferimento per la clientela e per i colleghi. Massimo Gattari, di Potenza Picena, dirigente della I Guzzini Illuminazione con una anzianità di servizio  di 35 anni. Da vent’anni ha assunto la qualifica di direttore dell’ufficio R&D. Pierino Marini, di Recanati, quadro in pensione della I Guzzini Illuminazione, 38 anni di anzianità di servizio si è distinto per singolari meriti di perizia, laboriosità e comportamento disciplinare nell’ambito aziendale, dimostrandosi un lavoratore irreprensibile, meticoloso, preciso e puntuale. Bianca Raccosta, residente a Morrovalle. lavora alle Poste Italiane svolgendo le mansioni di Dup nella filiale di Porto Sant’Elpidio ed ha 36 anni di servizio. Claudio Rita, di Macerata. Impiegato della ditta Bieffe di Recanati, ha 33 anni di anzianità di servizio. Germano Romitelli, di Civitanova, 44 anni di servizio nel settore delle calzature. Attualmente impegnato presso la ditta Bamboletta di Civitanova. Maurizio Superiori, di Sarnano. Quadro aziendale della Bnl di Macerata con 33 anni di anzianità di servizio. Maria Rosaria Tasso, di Macerata, impiegata in pensione della cooperativa Agricola Cooperlat di Jesi con 43 anni di servizio.

Provincia di Pesaro e Urbino: Domenico Stafoggia (Urbino), Gino Guerra (Fermignano), Lino Gerboni (Vallefoglia)

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X