facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

La Cassazione ha deciso:
«Illegale la cannabis light»

Print Friendly, PDF & Email

 

Il procuratore Giovanni Giorgio insieme al questore Antonio Pignataro e al commissario capo Maria Raffaella Abbate

 

La cannabis light è illegale. Lo dice la Corte di cassazione che si è pronuncia a sezioni unite. I sequestri finora in Italia sono stati fatti nella provincia di Macerata (disposti dal procuratore Giovanni Giorgio e dal questore Antonio Pignataro) e uno ad Ancona. E proprio da Ancona è partito il ricorso da parte della procura dopo che il gip aveva revocato il sequestro avvenuto in uno negozio che era stato disposto in una operazione d’intesa con la procura di Macerata. Il problema era la legge, ritenuta lacunosa. Alla fine la Corte di cassazione ha dato un indirizzo: «A qualsiasi titolo è vietata la commercializzazione al pubblico di prodotti derivanti dalla cannabis sativa. Salvo che tali prodotti siano in concreto privi di efficacia drogante» dice la Cassazione. Il procuratore Giorgio: «Sono soddisfatto perché la tesi che avevo sostenuto e portata avanti dal questore è stata ritenuta fondata, motivo per dare corso ulteriore ai procedimenti penali già avviati».

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X