facebook rss

Botte e violenze alla convivente:
30enne denunciato

ANCONA - Per i reati di lesioni e maltrattamenti in famiglia. Su provvedimento del giudice, l'uomo non potrà più avvicinarsi alla vittima
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Nelle ultime ore i poliziotti della Squadra Mobile  hanno concluso un’attività investigativa che ha avuto come epilogo l’applicazione di un’ordinanza della misura cautelare del divieto di avvicinamento e di comunicazione con qualsiasi mezzo a carico di un 30enne anconetano indagato per maltrattamenti e lesioni aggravate. Entrambi i reati hanno come vittima l’ex convivente, una donna di 20 anni.  La vicenda giudiziaria trae origine dalla denuncia sporta dalla vittima negli uffici della Polizia, dove la donna raccontava agli investigatori di essere stata vittima per mesi, di continue violenze e maltrattamenti psicologici, finendo per tre volte in un mese al pronto soccorso. L’attività investigativa che ne scaturiva, condotta negli ultimi due mesi dagli agenti della Squadra Mobile dorica, permetteva di appurare diversi fatti di violenza commessi dall’uomo nei confronti della sua convivente. Sono stati raccolti minuziosamente referti medici e testimonianze nonché preziosi riscontri fotografici e documentali che hanno rafforzato il quadro probatorio già ampiamente evidenziato dalle dichiarazioni della vittima. La successiva richiesta di misura cautelare ha portato il gip a firmare per il 30enne il provvedimento del divieto di avvicinamento alla vittima.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X