facebook rss

Unione Terre Marca Senone:
riunione con i neo sindaci

SENIGALLIA - Il presidente Maurizio Mangialardi ha riunito i nuovi colleghi eletti a Maggio perchè si impegnino a far conoscere le potenzialità e i benefici del terzo ente a livello regionale, dopo i Comuni di Ancona e Pesaro, per numero di cittadini amministrati, oltre 75mila
Print Friendly, PDF & Email

Foto ricordo dei sindaci neoeletti dell’Unione delle Terre della Marca Senone con (al centro) il presidente Mangialardi

 

Si è riunita nel pomeriggio di ieri la giunta dell’Unione comunale “Le Terre della Marca Senone”, cui hanno preso parte anche i nuovi sindaci eletti nell’ultima tornata delle amministrative: Dario Perticoli di Arcevia, Riccardo Pasqualini di Barbara, Federica Fanesi di Ostra, Letizia Perticaroli di Serra de’ Conti e Marco Sebastianelli di Trecastelli. «Ho deciso di convocare subito un primo incontro – ha detto il presidente dell’Unione Maurizio Mangialardi – poiché ho sentito l’esigenza di informare i sindaci neo eletti del lavoro politico, tecnico, amministrativo e organizzativo svolto fino a oggi riguardo la costruzione dell’Unione, e soprattutto di illustrare loro i passaggi più importanti che caratterizzeranno il nostro impegno nei prossimi mesi. Ho potuto constatare da parte di tutti una grande disponibilità ad approfondire i temi dell’Unione e l’unanime riconoscimento del suo valore».

Mangialardi ha poi ribadito i principi fondanti del metodo di lavoro di cui si è dotato l’esecutivo dell’Unione, ovvero pari dignità tra i componenti e condivisione degli obiettivi. «L’obiettivo – ha aggiunto il presidente dell’Unione – è quello di aumentare il conferimento delle deleghe, anche se nell’immediato abbiamo la necessità di assestare la struttura rispetto alle funzioni e ai servizi già conferiti. È tuttavia fondamentale che i sindaci si impegnino a far conoscere le potenzialità e i benefici dell’Unione, un ente che a livello regionale è terzo, dopo i Comuni di Ancona e Pesaro, per numero di cittadini amministrati, oltre 75 mila, e primo per estensione territoriale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X