facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Spiagge dog-friendly,
ora ci sono le regole

VIA LIBERA dal Consiglio regionale delle Marche per la proposta di legge sull'accesso dei cani negli stabilimenti balneari
Print Friendly, PDF & Email

 

Un cane in spiaggia

 

Spiagge dog friendly attrezzate per ammettere i cani e aree del litorale a loro specificatamente dedicate. Da oggi nelle Marche sarà più facile andare al mare con il proprio amico a quattro zampe.

Via libera all’unanimità del Consiglio Regionale Marche per la proposta di legge sull’accesso dei cani alle spiagge. «Con questa legge – ha detto Andrea Biancani (Pd), presidente della terza commissione, relatore di maggioranza e primo firmatario della pdl – non viene introdotto alcun obbligo per i concessionari che volessero continuare a negare l’accesso in spiaggia a clienti accompagnati da cani. Introduce regole chiare e precise per chi aprirà il proprio stabilimento balneare ai cani in maniera totale o parziale». La legge è stata sottoscritta anche dal vicepresidente di Sandro Bisonni, e dai consiglieri Francesco Giacinti (Pd), Francesco Micucci (Pd), Enzo Giancarli (Pd), Boris Rapa (Uniti per le Marche) e Peppino Giorgini (M5s). Occorrerà che il Comune in cui si trova lo stabilimento che ha scelto di acconsentire all’ingresso dei cani, abbia derogato, con proprio atto, alla normativa che impone il divieto assoluto di ingresso degli animali in spiaggia.

La legge, che nel suo iter ha avuto anche un confronto con i rappresentanti delle associazioni degli operatori balneari, prevede che il concessionario che esporrà il logo ‘dog-friendly’ appositamente creato dalla Regione realizzi un’area attrezzata e recintata, distante almeno 10 metri dalla concessione confinante. Oltre a individuare l’area per gli animali, dovrà realizzare spazi dedicati, come docce per i cani separate da quelle per le persone, e uno specchio d’acqua per la balneazione, se previsto, appositamente delimitato con boe galleggianti e raggiungibile attraverso percorsi definiti che i quattrozampe dovranno raggiungere a guinzaglio. Guinzaglio, non più lungo di 1,5 metri, che sarà obbligatorio anche in tutte le parti comuni della concessione, mentre vigerà il divieto di accesso ai cani nelle aree sportive e nelle aree gioco destinate ai bambini. Nelle concessioni a destinazione parziale sarà necessario, inoltre, realizzare una recinzione alta almeno 1,5 metri per separare le aree consentite agli animali da quelle interdette. Naturalmente i cani ammessi in spiaggia dovranno essere dotati di microchip, di documentazione veterinaria e di copertura assicurativa.

</

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X