facebook rss

Litiga con due uomini in spiaggia,
lei li aggredisce con spray urticante

ANCONA - Ieri sera i due sono stati soccorsi sull'arenile di Palombina. I carabinieri hanno ascoltato la testimonianza delle vittime, i due quarantenni che sostengono di essere stati attaccati dalla donna. Ma dopo aver ispezionato l’area i militari non hanno ritrovato alcuna bomboletta. Forse era un deodorante
domenica 7 Luglio 2019 - Ore 15:10
Print Friendly, PDF & Email

I soccorsi ieri sera sulla spiaggia di Palombina. Il fatto sarebbe avvenuto qualche metro più in là, ai confini tra il litorale di Ancona e Falconara

Litigano per futili motivi sulla spiaggia, poi lei estrae dalla borsetta una bomboletta con spray e aggredisce i suoi interlocutori spruzzando sul loro viso una sostanza urticante. Le grida ed le ombre di quei due uomini e di quella donna, tutti sulla quarantina e forse un po’ alterati da qualche bicchiere di troppo, hanno scosso nella tarda serata di ieri l’arenile di Palombina e non sono passate inosservate nonostante il buio. Qualcuno ha avuto la prontezza di riflessi di segnalare tempestivamente ai centralini delle forze dell’ordine quello che stava accadendo. Poco dopo sul posto sono arrivate una pattuglia, della Polizia e una dei carabinieri del Norm di Ancona con un’ambulanza del 118. I carabinieri hanno ascoltato la testimonianza dei due uomini che sostengono di essere strati aggrediti dalla donna con quello spray spruzzato sugli occhi. Ma dopo aver ispezionato l’area che si trova ai confini tra Ancona e Falconara, i militari non hanno ritrovato alcuna bomboletta. Non è chiaro, quindi, se la donna abbia utilizzato un semplice deodorante oppure un vero e proprio spray urticante che è legale, si compra ovunque con meno di 10 euro ed è un utile strumento nelle azioni di legittima difesa ma che è considerato dalla legge un’arma impropria se viene impiegato invece per aggredire. Il reato è perseguibile a querela di parte ma, al momento nessuno dei due uomini, pare che abbia formalizzato una denuncia.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X