facebook rss

Tetris dei posti auto
nella nuova piazza delle Palombare

ANCONA – Il restyling della superficie di circa 3mila metri quadrati, dal costo di 1,3 milioni di euro, comporterà una riduzione dei parcheggi, che passeranno da circa 70 a 26, ma «altri 16 per auto in linea potranno essere realizzati su via Amurri, che andranno ad aggiungersi ai 28 su via Cipolloni», fa sapere l'assessore ai Lavori Pubblici Manarini. Al vaglio anche l'ipotesi di realizzare altri 100 posti a lato di via Barilatti in caso di necessità
lunedì 29 Luglio 2019 - Ore 15:01
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Martina Marinangeli

Un nuovo volto per la piazza delle Palombare, con area giochi, un piccolo anfiteatro, aiuole e alberi per mitigare la cementificazione del quartiere, oltre ad una struttura adibita a bar, tabacchi ed edicola, servizi pubblici ed un distributore d’acqua. Una partita da 1,3 milioni di euro, ma che fine faranno i circa 70 posti auto al servizio della zona? La questione è tornata oggi  in Consiglio comunale, con un’interrogazione di Marco Ausili (Lega), a stretto giro da quella del consigliere Aic Francesco Rubini, sullo stesso tema, discussa in Aula lo scorso 1 luglio. «Al termine della realizzazione, prevista entro l’anno – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici, Paolo Manarini –, nella nuova piazza ci saranno 25 posti auto, di cui due per portatori di handicap, oltre ad un per carico e scarico e stalli per la sosta dei motorini. Sin dalla progettazione, si è tenuto conto della questione parcheggi, e si è verificato che già vi sono disponibili 28 posti auto pubblici su via Cipolloni, parallela a via Amurri. Lungo quest’ultima, inoltre, sarà possibile realizzare altri 16 posti auto in linea che, sommati ai 26 della piazza, portano ad una disponibilità totale di 70 posti. Poi, come previsto dagli strumenti urbanistici vigenti, a lato di via Barilatti, in prossimità dell’incrocio con via Amurri (tra i due parcheggi esistenti), qualora si verificasse un’insufficienza di parcheggi, si valuterà l’ipotesi di realizzare altri 100 posti, ricomprendendo l’intervento nella programmazione delle opere pubbliche». I lavori per la realizzazione della piazza sono stati consegnati lo scorso 25 settembre al raggruppamento temporaneo di imprese formato da PRO.GE.CO e Stacchio Impianti (entrambi della provincia di Macerata). Da road map, l’intervento dovrebbe essere completato in un anno – entro fine 2019 al massimo – «salvo i maggiori tempi necessari per consentire all’edicola ed alla tabaccheria di trasferire le loro attività nei nuovi locali che si stanno realizzando. Il programma dei lavori – conclude Manarini – è stato organizzato in modo da consentire utilizzi parziali della piazza».

Piazza delle Palombare, un anno di lavori per dare un’anima al quartiere

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X