facebook rss

Scommessa persa con banconota
da bruciare: si accoltellano durante la lite

ANCONA - Dopo il diverbio di ieri sera in via Flaminia, la lunga notte nella caserma dei carabinieri per i due tunisini è terminata con le denunce per lesioni personali aggravate. All'origine del gesto violento l'appropriazione da parte del più giovane dei due dei 50 euro, il pegno che doveva essere incenerito
Print Friendly, PDF & Email

 

E’ terminata con due denunce per lesioni personali aggravate dai Carabinieri la lunga notte in caserma dei cittadini originari della Tunisia ma residenti ad Ancona, coinvolti nell’accoltellamento avvenuto ieri sera in via Flaminia. Alle 22 circa di ieri sera, i militari del Radiomobile della Compagnia di Ancona, sono intervenuti in via Flaminia, alla Palombella, dove 2 cittadini tunisini poco prima erano venuti prima alle mani per futili motivi, arrivando a brandire i coltelli. I due nordafricani, di 24 e 28 anni, entrambi gravati da precedenti di polizia, dopo la colluttazione avvenuta sul marciapiede, sono stati soccorsi dal 118 e immediatamente trasportati presso l’ospedale di Torrette in codice rosso.

Addosso al più giovane, i militari hanno rinvenuto un coltellino svizzero multiuso ancora sporco di sangue, la cui lama è risultata compatibile alle ferite subite dal soggetto più grande che ha sua volta ha affermato di essersi difeso afferrando il collo di una bottiglia mandata in frantumi, sebbene anche il più giovane presentasse delle lesioni da fendente riconducibili ad una lama piccola da punta/taglio. Hanno entrambi riportato ferite multiple tra l’addome ed il fianco sinistro, essendo ambedue destrimani ed avendo avuto una colluttazione molto ravvicinata tra loro ma non sono considerati in pericolo di vita.

Entrambi risponderanno di lesioni personali aggravate, almeno fino a quando non saranno raccolti ulteriori elementi utili a chiarire le loro posizioni. Il più giovane ha riferito ai militari che, all’origine della discussione, c’era il pagamento di una scommessa persa dal più grande che, come pegno, si era obbligato a bruciare una banconota da 50 euro che tuttavia il più giovane ha tentato di sfilare dalle sue mani prima della combustione, solo con la finalità di appropriarsene.

La lite degenera e finisce a coltellate: due feriti gravi a Torrette

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X