facebook rss

Collegamento treno+bus
per il polo di Monte Dago:
ecco Politecnica Link

ANCONA – Saranno 11 gli autobus giornalieri dalla stazione di Passo Varano, in coincidenza degli arrivo e delle partenza dei treni da sud e da nord
Print Friendly, PDF & Email

Taglio del nastro del Politecnica Link

 

Raggiungere comodamente il polo Trifogli dell’Università Politecnica delle Marche, sede delle facoltà di Ingegneria, Agraria e Scienze a Monte Dago, rispettando l’ambiente ed evitando di incrementare il traffico su gomma. Ecco i plus garantiti da Politecnica Link, il nuovo collegamento green che, con un’unica soluzione di viaggio treno+bus, permette di raggiungere l’Ateneo dalla stazione di Passo Varano. Un’iniziativa fortemente voluta dagli studenti pendolari della Politecnica, che nel primo giorno di attività, hanno già mostrato il loro apprezzamento: le prime quattro corse odierne del bus sono state pese d’assalto da oltre 100 universitari. Il Politecnica Link – realizzato in collaborazione da Trenitalia, Conerobus, Università, Regione e Comune di Ancona – mette a disposizione 11 autobus ogni giorno in coincidenza dell’arrivo dei treni da sud e da nord (dalle 7.42 alle 9.04 a Varano) e delle partenze pomeridiane (dalle 15.18 alle 19.03 da Ancona centrale), per completare il percorso in poco più di cinque minuti, evitando l’uso di auto e moto, oltre ai problemi di parcheggio. La stazione ferroviaria di Passo Varano è stata individuata come punto di arrivo al posto di quella di Ancona per alcuni treni del mattino provenienti dal nord, per offrire anche agli studenti da Pesaro e Fabriano la possibilità di arrivare in treno e poi proseguire con bus dedicato fino in facoltà.

I biglietti sono compresi nell’abbonamento integrato treno-bus, oppure per chi ha un abbonamento Conerobus, mentre gli altri dovranno pagare la corsa.
Oggi è stata la giornata del taglio del nastro, a cui hanno preso parte i principali attori dell’iniziativa, oltre ad alcuni ragazzi diretti all’Ateneo.
«Ci aspettiamo una bella risposta», il commento del direttore regionale di Trenitalia, Fulvio del Rosso. «Siamo molto attenti al tema della sostenibilità ambientale – ha puntualizzato Muzio Papaveri, amministratore delegato di Conerobus – e stiamo lavorando all’ampliamento della linea filobus e dei mezzi elettrici. Con l’iniziativa Politecnica Link abbiamo messo al centro gli studenti, ma ci sono anche altri progetti sui quali stiamo lavorando per far si che il trasporto pubblico locale sia al servizio di tutti i cittadini e dei loro bisogni». I primi a chiedere un servizio treno+bus sono stati gli stessi studenti, come ha fatto sapere il vice presidente del consiglio studentesco, Antonio Chiusolo, e l’istanza è stata subito raccolta dall’Università, che sotto la guida del rettore Sauro Longhi ha fatto della sostenibilità il suo mantra. E non per niente, al taglio del nastro, sono state distribuite anche le borracce brandizzate Univpm per limitare l’uso della plastica. «Erano diversi anni che cercavo di arrivare a questa soluzione – ha spiegato Longhi – ed ora si sono trovate le condizioni migliori. L’importante è rispettare l’ambiente». Di «segnale molto importante» ha parlato l’assessore regionale ai Trasporti, Angelo Sciapichetti, che ha sottolineato «l’attenzione particolare al mondo universitario, che da tempo chiedeva questo servizio. Una buona pratica che stiamo replicando anche altrove perché con Trenitalia e Ferrovie dello Stato stiamo completando la fermata per l’Università di Macerata».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X