facebook rss

Madre e figlio sulle strisce pedonali,
lei viene investita: è grave

ASCOLI - L'incidente nel tardo pomeriggio all'altezza della rotatoria davanti la chiesa di San Marcello. La 34enne L.N. era con il piccolo di 2 anni miracolosamente rimasto illeso. Viste le sue condizioni, è stato chiesto l'intervento dell'eliambulanza che l'ha trasferita al Torrette di Ancona. Sul posto la Polizia Municipale
Print Friendly, PDF & Email

 

Intorno alle ore 18 una donna di 34 anni, L.N. è stata investita da un’automobile ad Ascoli, mentre stava attraversando le strisce pedonali che separano i due campi da calcio a San Marcello, proprio davanti l’omonima chiesa, a ridossso della rotatoria. La 34enne, di origine marocchina, molto conosciuta a Porta Maggiore poichè gestisce un’attività commerciale insieme al marito nella zona di Piazza Immacolata, stava attraversando la strada, a piedi, insieme al figlio piccolo di appena due anni che era invece in bici, miracolosamente rimasto illeso. All’improvviso è sbucata fuori una Nissan Juke, proveniente dallo stadio “Del Duca”, condotta da una donna, che ha svoltato a destra verso via Piemonte centrando la donna che dopo l’impatto è stata scaraventata terra.

L.N. è stata subito soccorsa dalla stessa conducente dell’auto e da altre persone che si trovavano nei paraggi. Imemdiata è scattato la richiesta dei soccorsi. In pochissimi minuti sul posto è arrivata un’ambulanza del 118 dall’ospedale “Mazzoni”. I sanitari, viste le sue condizioni, attraverso la centrale operativa del 118 hanno deciso di allertare l’eliambulanza che è decollata dalla base di “Marche Soccorso” di Fabriano.

“Icaro” è atterrato nel vicino campo sportivo, quello a ridosso del sottopasso ferroviario di via Marini, e i sanitari a bordo hanno provveduto a trasferirla a bordo per poi trasferirla all’ospedale Torrette di Ancona. Ovviamente terrorizzato il bambino. Vista anche l’età, per precauzione è stato portato all’ospedale “Mazzoni”, dove è stato visitato nel reparto di Pediatria, subito raggiunto da alcuni familiari che lo hanno ben presto rassicurato. Per i rilievi del sinistro, e soprattutto per stabilire le responsabilità, sul posto una pattuglia della Polizia Municipale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X