facebook rss

Ruba in un negozio
e viene rincorsa dalle commesse:
ladra in arresto

ANCONA - Nei guai una 23enne dominicana che prima ha aggredito le addette alle vendite e poi è scappata lungo corso Garibaldi. La fuga è stata interrotta dalla polizia
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Ruba due capi d’abbigliamento, strattona le commesse, viene inseguita lungo corso Garibaldi e alla fine viene arrestata. Nei guai, ieri mattina, c’è finita una dominicana di 23 anni. La donna è stata ammanettata con l’accusa di rapina impropria. Tutto è iniziato all’interno del negozio Terranova. Dopo aver girovagato per il locale, la 23enne ha deciso di provare nel camerino un paio di pantaloni e una felpa rosa: convinta di non essere vista, ha tentato di occultare i due capi all’interno della sua borsa. Un’addetta alle vendite, notando il gesto, si è avvicinata alla cliente che, vistasi scoperta, ha iniziato a strattonato la commessa, percuotendola violentemente sulle braccia e urlandole parolacce e improperi prima di darsi alla fuga. Richiamata dalle urla, una seconda commessa tentava di bloccare la fuggitiva che, incurante di tutto quel trambusto, non esitava a strattonare anche lei e a farsi strada tra schiaffi e manate. Da qui, l’inseguimento per corso Garibaldi, dove la 23enne ha cercato di seminare le due malcapitate che, nella foga, sono comunque riuscite a chiamare il 113.  Immediatamente interveniva un equipaggio della Squadra Volante che, raccolta la descrizione della rapinatrice e messe in sicurezza le due commesse, si poneva alla ricerca della fuggitiva. Gli agenti hanno perlustrato la zona e pattugliando palmo a palmo tutte le viuzze e i vicoli del centro storico, sono riusciti ad intercettare la donna in via Astagno. Da un immediato controllo emergeva che la malvivente nella stessa mattinata aveva sostenuto un’udienza in tribunale dove era imputata per reati contro il patrimonio e la persona. Questa mattina, è tornata a palazzo di giustizia per la convalida dell’arresto.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X