facebook rss

Importazione illegale di legna
dall’Ucraina,
maxi multa per una ditta

ANCONA – E’ l’ultimo caso riscontrato di commercio di legname di provenienza illecita del 2019. Nel corso dell’anno i carabinieri forestali hanno già svolto 17 controlli nelle province di Ancona e Pesaro Urbino, comminando alle ditte controllate sanzioni amministrative per importo massimo pari a 2.196.000 euro
Print Friendly, PDF & Email

Le partire di legna sequestrate dai carabinieri forestali

 

Nei giorni scorsi i Carabinieri Forestali del Nucleo Carabinieri Cites di Ancona hanno contestato un illecito amministrativo per un importo compreso tra 1.100 euro e 1.000.000 di euro, a carico di una ditta con sede in Montefelcino di Pesaro Urbino la quale aveva importato dall’Ucraina 22.000 chili di segati di pino, senza adottare le dovute diligenze previste dal Regolamento europeo E.U.T.R. Il controllo rientra nell’ambito degli accertamenti che gli uomini del Nucleo Cites di Ancona svolgono costantemente sul territorio al fine di contrastare il commercio di legname di provenienza illegale, adottando il regolamento Europeo n. 995/2010 EUTR (European Union Timber Regulation). Regolamento che al fine di contrastare il taglio abusivo delle foreste obbliga gli operatori del settore del legno ad osservare la “dovuta diligenza” adottando misure per verificare la legale provenienza delle partite di legname ed i commercianti a dotarsi di un registro per garantire la tracciabilità dei prodotti.

Dal Gennaio 2019 il Nucleo Cites di Ancona ha controllato 17 ditte operanti nel settore del legno e dei prodotti da esso derivati, nelle Province di Ancona e Pesaro Urbino contestando 5 illeciti amministrativi a 3 aziende, per un importo compreso tra un minimo di 8.430 euro e un massimo di 2.190.000 euro, che verrà deciso dall’Autorità Amministrativa competente. Le sanzioni sono molto elevate, infatti per chi non compila regolarmente il registro di carico/scarico sono previste sanzioni per 3.000 euro, mentre per ogni 100 chilogrammi di legname introdotto nel mercato senza osservare la dovuta diligenza sono previste sanzioni comprese tra 5 e 5.000 euro. Il maggiore Simone Cecchini, comandante del Nucleo Carabinieri Cites di Ancona raccomanda attenzione alle ditte del settore del legno, in particolare occorre verificare accuratamente che le partite importate ed immesse sul mercato siano di provenienza legale e comunica che i controlli proseguiranno in adesione a quanto richiesto dall’Unione Europea e disposto dal Raggruppamento Carabinieri Cites di Roma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X