facebook rss

Il derby è del Fabriano Cerreto,
Cavaliere condanna l’Anconitana

ECCELLENZA - Il rigore trasformato dall'attaccante sul finire del primo tempo, e le parate di Santini nel finale, regalano ai padroni di casa il successo sui dorici, al loro primo ko stagionale
Print Friendly, PDF & Email

 

Simone Cavaliere autore del gol decisivo

 

di Lorenzo Agostinelli

Il Fabriano Cerreto vince di misura, ma meritatamente dopo aver dominato per la maggior parte del tempo, il derby contro l’Anconitana. Un rigore di Cavaliere al 40’ del primo tempo fa sorridere mister Fenucci (squalificato, in panchina Tizzoni) e regala la prima vittoria del campionato ai cartai, proprio davanti ai loro tifosi. Male i dorici che si svegliano troppo tardi e regalano metà partita agli ospiti. Decisivo in più riprese Santini che nega la gioia del gol a Mansour ed Ambrosini, blindando così i tre punti. La cronaca – Pronti via e c’è subito un’occasione per i padroni di casa con Ciciani che, trovatosi a tu per tu con Battistini, che non riesce a capitalizzare la disattenzione di Trombetta. È il Fabriano a fare la partita, gioca a viso aperto contro i dorici infastidendo la creazione del gioco avversario. Poco dopo il quarto d’ora Giambuzzi riesce a liberarsi e calcia centralmente, senza però impensierire Santini. Il ritmo della partita si alza e la palla viaggia velocemente da una parte all’altra del campo, numerosi capovolgimenti di fronte rendono la partita divertente. L’episodio che cambia la sfida arriva al quarantesimo: Micucci stende in area Montagnoli e per il signor Esposito è calcio di rigore. Dagli undici metri Cavaliere segna portando così in vantaggio il Fabriano Cerreto. La prima frazione si conclude con una punizione di Ambrosini che termina senza troppi pensieri tra le mani di Santini. Nonostante il vantaggio di una rete, la seconda frazione inizia sulla falsa riga della prima e gli uomini di Fenucci sfiorano il 2 a 0 con Lispi. Visto che i dorici restano senza idee mister Ciampelli butta nella mischia, nel giro di cinque minuti, Zaldua, Bordi e Marzioni per tentare di cambiare l’atteggiamento della squadra. E ci riesce. I biancorossi iniziano ad attaccare a testa bassa e creano diverse buone occasioni da rete. Per due volte Mansour sfiora il pareggio con due conclusioni poco precise. Intorno al ventesimo è invece Ambrosini a non capitalizzare un buon cross dalla sinistra. La girata del numero 11 viene prontamente bloccata da un ottimo Santini. Gli attacchi degli ospiti sono insistenti ma non producono lo spunto decisivo. A due minuti dal termine Santini compie un intervento prodigioso: il numero 1 locale salva la palla proprio sulla linea su un gran tiro di Ambrosini. La partita termina per 1 a 0 in favore del Fabriano Cerreto, dopo una grande gara. Primo stop stagionale per l’Anconitana, che si è svegliata troppo tardi, e dovrà ripartire a pieno regime per riuscire a centrare la promozione.

Il tabellino:

FABRIANO CERRETO (4-4-2): Santini, Savatori, Bartolini, Marengo, Della Spoletina, Lispi, Domenichetti (47’ s.t. Giua), Cusimano, Montagnoli, Cavaliere (29’ s.t. Ruggeri), Ciciani (40’ s.t. Gabrielli). A disp.: Pretini, Stortini, Buldrini, Moretti, Ferrejra, Fraboni. All.: Tizzoni (Finucci squalificato).

ANCONITANA (4-4-2): Battistini, Terranova (12’ s.t. Bordi), Micucci, Visciano, Borghetti, Trombetta, Magnanelli, Bruna (5 s.t. Zaldua), Giambuzzi (12’ s.t. Marzioni ), Mansour, Ambrosini. A disp.: Montuoso, Pierdomenico, Mercurio, Baciu, Zagaglia, Bartoloni. All.: Ciampelli.

TERNA ARBITRALE: Esposito di Ercolano (Caporaletti e Grieco di Macerata).

RETE: 42’ p.t. (rig.) Cavaliere.

NOTE: Ammoniti: Micucci, Borghetti, Trombetta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X