facebook rss

Alga tossica tra Passetto e Portonovo:
scattano i divieti

ANCONA – Un'ordinanza sindacale vieta anche, a titolo cautelativo, lo stazionamento sul litorale da Ramona, lungo la costa di Pietralacroce e nella zona degli ascensori
lunedì 7 Ottobre 2019 - Ore 16:53
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

 

Torna l’alga tossica e un’ordinanza sindacale fa scattare il divieto di balneazione e di stazionamento lungo il litorale, con annesse raccomandazioni per la pesca ricreativa. Dal verbale dell’Arpam del 3 ottobre, riferito alle analisi effettuate lo scorso 27 settembre nel tratto di litorale da Ramona a Portonovo, in zona Casa diroccata a Pietralacroce e nell’area degli ascensori al Passetto, emerge una «fase di emergenza per presenza di Alga Ostreopsis Ovata», con valori superiori al consentito negli specchi d’acqua esaminati. «Tale alga appartiene ai generi potenzialmente tossici – si legge nell’ordinanza del 4 ottobre – e può produrre, in alcuni casi, irritazione delle prime vie respiratorie,vertigini, raucedine, tosse e sintomi di raffreddore, vomito, congiuntivite, dermatite (segni locali da contatto) che generalmente spariscono nel giro di 24-36 ore». È stata dunque ravvisata «l’opportunità di adottare un opportuno provvedimento contingibile ed urgente, a scopo cautelativo, di divieto di balneazione e di informazione ai cittadini fruitori della spiaggia dell’eventuale rischio sanitario a tutela della collettività derivante da contatto, da inalazione e da ingestione, quindi anche in caso di stazionamento lungo la spiaggia o di attività ricreative su tale specchio d’acqua». Off limits, dunque, fino a nuovo ordine, i litorali di Portonovo da Ramona, di Pietralacroce Casa diroccata e del Passetto (zona ascensori). In quest’ultimo caso, il divieto permane dal 17 settembre. L’ordinanza prevede anche la pulizia della battigia per impedire l’accumulo delle alghe e «raccomanda a chi pratica pesca ricreativa di eviscerare il pesce — pescato sul posto- prima del consumo e di non mangiare molluschi, ricci dl mare e granchi prelevati nella zona delle succitate località». Il Comando di Polizia Municipale è incaricato della vigilanza per l’ottemperanza dell’ordinanza.

Alga tossica, vietato il consumo delle cozze

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X