facebook rss

Fulminato da un infarto sul traghetto
che lo avrebbe riportato a casa

ANCONA - Un autista greco di 57 anni è morto all'improvviso oggi pomeriggio dopo essersi imbarcato con il mezzo pesante nella stiva dell'imbarcazione. Inutili i soccorsi del 118
martedì 8 Ottobre 2019 - Ore 18:08
Print Friendly, PDF & Email

L’ambulanza della Croce Gialla e l’automedica del 118 al porto per portare i soccorsi oggi pomeriggio

 

E’ morto stroncato da un infarto cardiaco poco dopo essersi imbarcato con il suo camion sul traghetto che lo avrebbe riportato a casa, in Grecia. Tragedia oggi pomeriggio intorno alle 15 al porto di Ancona. Un autista di nazionalità greca, 57 anni, si è sentito male accasciandosi nella reception della nave poco dopo essere uscito dalla stiva dove aveva posteggiato il suo mezzo pesante. A chiedere aiuto al 118 il personale di bordo del traghetto. Gli operatori sanitari con il medico arrivato a bordo dell’automedica hanno subito praticato il massaggio cardiaco sul paziente, nella speranza di riuscire a fargli ripartire il cuore. Non c’è stato però più niente da fare per rianimarlo nonostante tutte le manovre messe in atto dai sanitari. La salma è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di Torrette mentre la polizia, attraverso le autorità consolari, si è messa in contatto con la famiglia dell’uomo per comunicare la drammatica notizia.

(foto Giusy Marinelli)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X