facebook rss

Un indirizzo legale per senza tetto,
ambulanti e girovaghi:
a Osimo nasce la residenza fittizia

ANAGRAFE – Saranno registrati come residenti per legge in ‘Via della Speranza’ una strada che in realtà non esiste
Print Friendly, PDF & Email

Osimo, palazzo comunale

 

‘Via della Speranza’ è la strada che non c’è ma che permetterà ai senza tetto di avere un residenza anagrafica ad Osimo. La legge italiana prevede infatti la possibilità che ogni persona possa stabilire la sua residenza nel Comune dove vive di fatto o possa fissarla nel Comune di nascita, o in una via fittizia che in realtà non esiste ma che ha valore giuridico nel Comune dove è domiciliato di fatto. Una soluzione ottimale per le persone senza fissa dimora, per girovaghi, artisti delle imprese di spettacoli viaggianti, commercianti e artigiani ambulanti che, hai fini anagrafici, non hanno in alcun Comune una dimora abituale. Anche il Comune di Osimo, come hanno fatto già molte città italiane, ha pertanto ravvisato la necessità di istituire una strada territorialmente non esistente, ma indicata con la denominazione convenzionale di “Via della Speranza” dove possano essere elencati e censiti come residenti i senza tetto ed i senza fissa dimora al solo fine dell’iscrizione anagrafica. «L’iscrizione anagrafica nel Comune di domicilio – si legge nella delibera della giunta Pugnaloni – va incontro ai legittimi interessi del cittadino senza fissa dimora, dandogli la possibilità di iscriversi all’anagrafe di quel Comune che può essere considerato, nei continui spostamenti dipendenti dalla natura della sua attività professionale, come quello dove più frequentemente egli fa capo, ovvero ha dei parenti o un centro di affari o un rappresentante o addirittura il solo recapito e che per lui sia più facilmente raggiungibile per ottenere le certificazioni anagrafiche».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X