facebook rss

Torna la Festa dell’Albero
di Legambiente

NUMEROSI gli eventi che si svolgeranno in tutte le Marche con la collaborazione dei circoli del territorio
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Il 21 novembre torna l’appuntamento con la ‘Festa dell’Albero’, la storica campagna di Legambiente che ha come scopo la messa a dimora di nuovi alberi al fine di ricordare l’importanza del verde urbano e valorizzare le aree libere dal cemento. Il tema dell’edizione 2019 sarà ‘Un albero per il clima’ ed è proprio questo che l’associazione invita a fare quest’anno alle tante classi che aderiscono alla campagna: piantare decine di alberi nei cortili delle scuole, nei parchi cittadini e nei giardini pubblici, andando così a contribuire all’ambizioso ma realistico obiettivo posto dalla Comunità Laudato Si’ di piantare 60 milioni di nuovi alberi nel nostro Paese. Come sempre, saranno i circoli di Legambiente a giocare un ruolo fondamentale, organizzando iniziative in tutto il territorio, affinché questa campagna divenga un momento di mobilitazione civica diffusa e un laboratorio educativo per grandi e piccoli, con la scuola quale interlocutore privilegiato e snodo territoriale per coinvolgere anche gli altri cittadini. «L’albero è un prezioso alleato nella lotta ai cambiamenti climatici e proteggerlo significa anche difendere il territorio e le specie che lo abitano – dichiara Marco Ciarulli, direttore di Legambiente Marche –. I messaggi lanciati da Greta Thunberg ai decisori politici e al mondo adulto hanno evidenziato come l’identità anche civica delle giovani generazioni sia strettamente legata ai valori dell’ambiente e della qualità del futuro, di cui l’albero è un fortissimo simbolo. Per questo motivo, assieme ai circoli del territorio, abbiamo deciso di organizzare tantissime iniziative nelle scuole delle nostre città, perché intendiamo rafforzare e sottolineare l’indispensabile contributo che questi preziosi polmoni verdi apportano al nostro Pianeta». Tra i tanti eventi in programma, domani i volontari del circolo Legambiente di Ascoli Piceno saranno nel giardino della Scuola Primaria “Collodi” assieme a 125 studenti per mettere a dimora due piante e consegnare ai giovani alunni i semi di alloro e delle querce e per spiegare l’importanza degli alberi nella lotta ai cambiamenti climatici. Giovedì 21 novembre, inoltre, i volontari del circolo Legambiente “Antonietta Belletti” di Porto Sant’Elpidio saranno al Parco San Filippo, al giardino della scuola materna “Sacra famiglia” e a Villa Maroni con gli alunni della scuola “Collodi” per effettuare la piantumazione di nuovi alberi. Sempre il 21 novembre, i volontari del circolo Legambiente “Il Pettirosso”, invece, saranno assieme a circa 70 studenti dell’I.C. “Don Bosco” a Tolentino per effettuare la messa a dimora di sei alberi e di una piccola siepe nel parco giochi nei pressi della scuola e per realizzare un laboratorio sugli alberi. E ancora il 27 novembre, i volontari andranno alla Scuola Primaria Don Bosco (plesso Largo ‘815) per la realizzazione di un laboratorio assieme a due classi quarte. A Rapagnano, invece, 140 bambini della scuola primaria saranno guidati dai volontari del circolo di Fermo nella piantumazione di un albero e nella semina nei vasetti di bacche di alloro. Sabato 23 novembre il Circolo Legambiente “Il Pungitopo” organizzerà ad Ancona il “Festival dell’Albero”, durante il quale verranno messi a dimora quattro nuovi alberi all’inizio del sentiero “Direzione Parco” a Vallemiano; il festival, poi, continuerà il pomeriggio e la sera presso la Casa delle Culture, dove saranno piantati in vaso e distribuiti agli interessati semi di piante autoctone come querce e lecci. Sempre sabato, il circolo Legambiente di Fermo coinvolgerà circa 120 bambini della Scuola Primaria Cavour dell’ISC “Fracassetti” nella semina di bacche di alloro presso l’orto urbano di Legambiente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X