facebook rss

Parenti feriti nel sisma in Albania,
tenta il suicidio per il dolore:
salvata dalla polizia

ANCONA - La giovane donne questa notte ha minacciato di lanciarsi dal balcone della sua abitazione dopo aver appreso la notizia che alcuni familiari hanno riportato lesioni gravi a causa del terremoto. Sono stati gli agenti delle Volanti ad evitare il peggio
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Viene a sapere che alcuni familiari sono rimasti coinvolti nel sisma albanese e per il dolore minaccia di gettarsi dal balcone: 25enne salvata in extremis dalla polizia. E’ accaduto questa notte, poco dopo l’una, in un appartamento in zona stazione. L’allarme è stato lanciato da alcuni residenti che segnalavano una donna con intenti suicidi. Immediatamente l’operatore del 113, individuato il luogo dell’intervento, ha inviato sul posto tutte le Volanti disponibili.  Fin da subito gli agenti notavano che, a circa 10 metri di altezza dal suolo, c’era una giovane donna di origini albanesi che si trovava, pericolosamente, con entrambe le gambe al di la della ringhiera del balcone, con la chiara intenzione di gettarsi nel vuoto. In pochi secondi, gli hanno risalito le scale condominiali per accedere all’appartamento e portarsi sul balcone, vicino alla donna: «basta lasciatemi stare mi butto giù …voglio morire» ha urlato la donna, facendo il gesto di lanciarsi nel vuoto. Poco dopo gli agenti riuscivano ad avvicinarla ed afferrarla per la vita e le braccia; una volta immobilizzata, cercavano di trascinarla dall’altra parte della ringhiera. Sul posto, è intervenuta un’ambulanza del 118 che provvedeva a trasportare la donna all’ospedale di Torrette per le cure del caso. Successivamente è emerso che la 25enne  aveva avuto una crisi emotiva in quanto era venuta a conoscenza che alcuni suoi familiari erano rimasti gravemente feriti a seguito del terremoto avvenuto in Albania.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X