facebook rss

Muore a 54 anni colpito da ictus
L’ultimo gesto d’amore: dona i suoi organi

ASCOLI - La moglie e i figli, ai quali M.G. aveva espresso questa sua volontà, hanno dato il consenso. Nella notte eseguito il prelievo con l'ausilio dell'equipe chirurgica del "Torrette" di Ancona. Una speranza di vita per altre persone
Print Friendly, PDF & Email

L’ospedale “Mazzoni” di Ascoli (Foto Vagnoni)

Nella notte tra lunedì 2 e martedì 3 dicembre, all’ospedale “Mazzoni” di Ascoli è stato effettuato un prelievo di organi a scopo di trapianto terapeutico. Colpito da ictus, M.G. si trovava ricoverato nel reparto di Rianimazione, dove ha cessato di vivere. Quando era in vita l’uomo aveva espresso il desiderio alla moglie e ai figli di essere, in caso di morte, un potenziale donatore. E sono stati proprio la moglie e i figli a dare il consenso per il trapianto, nel rispetto delle sue volontà.

A quel punto, il coordinatore locale “prelievi organi e tessuti” ha subito attivato la procedura prevista in questi casi. La Direzione Sanitaria ha infatti immediatamente convocato il collegio medico per l’accertamento di morte cerebrale. Quindi l’intervento che ha coinvolto diversi professionisti di Area Vasta 5. Il prelievo è stato poi effettuato da una équipe chirurgica giunta dall’ospedale regionale “Torrette” di Ancona. Tutti si sono prodigati nel delicatissimo compito di prelevare fegato, reni e cornee.

La Direzione di Area Vasta 5, la Direzione Sanitaria del presidio unico ospedaliero e il coordinatore locale ringraziano i familiari che, con questo atto d’amore, hanno permesso di trasformare il momento di dolore più grande nella speranza di vita per altri. La direzione di AV5 ringrazia anche tutto il personale coinvolto, che ha profuso il proprio impegno e la propria professionalità per portare a termine con successo il prelievo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X