facebook rss

Forza Italia Marche, il senatore Battistoni
nuovo commissario straordinario
Sostituirà Marcello Fiori

NOMINA a sorpresa del presidente Silvio Berlusconi che ha affidato la guida del partito regionale al politico laziale molto vicino all'europarlamentare Antonio Tajani. Al senatore Maurizio Gasparri affidata la responsabilità degli enti locali per il centro Italia
Print Friendly, PDF & Email

 

Francesco Battistoni

 

di Renato Pierantozzi

Cambio, a sorpresa, al vertice di Forza Italia Marche che resta sempre commissariata. Il presidente del partito, Silvio Berlusconi, ha nominato il senatore laziale Francesco Battistoni nuovo commissario al posto di Marcello Fiori che ha guidato il partito dall’aprile del 2018.  Oltre a Battistoni sono stati designati anche Emily Rini per la Valle d’Aosta e Giorgio Leonardi per il Trentino Alto Adige.

Agli uscenti è andato il ringraziamento del leader nazionale che ha sottolineato l’impegno dedicato al partito azzurro, mentre ai nuovi nominati è stato espresso l’augurio di buon lavoro. Originario di Montefiascone (Viterbo), Battistoni è considerato molto vicino all’europarlamentare Antonio Tajani. Nominati anche i nuovi responsabili del settore Enti Locali: per il Centro è stato designato il senatore Maurizio Gasparri, al Nord va l’onorevole Roberto Pella, mentre al Sud il deputato Antonio Germanà. Ringrazio il Presidente Silvio Berlusconi ed il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani per la fiducia che hanno riposto in me, nominandomi Commissario regionale di Forza Italia nelle Marche.
«Un incarico impegnativo, ma stimolante, – ha commentato Battistoni –  che mi permetterà di seguire ancora più da vicino un territorio che conosco bene e a cui sono molto legato, ferito, però, ancora oggi, dall’indimenticabile terremoto e che continua a soffrire per l’assenza e l’inerzia dello Stato nel ridare ai cittadini la dignità che meritano. Le Marche, fra l’altro, sono una terra di validissimi amministratori locali e ottimi dirigenti di partito, a cui c’è bisogno di dare più voce ma che sono certo potranno tornare centrali nella prossima tornata elettorale per le Regionali. È arrivato il momento di rimettersi a lavorare sul territorio con dedizione e meritocrazia, affrontando in maniera seria e puntuale i diversi problemi che affliggono i marchigiani. Per fare un buon lavoro c’è bisogno di tutti: iscritti, eletti territoriali e parlamentari, perché sono convinto che solo insieme potremo raggiungere obiettivi importanti ed ottenere grandi soddisfazioni».

Marcello Fiori

La nomina di Battistoni, a cui stanno arrivando in questi momenti i primi messaggi di congratulazioni tra cui quelli del vice coordinatore nazionale dei Giovani Alessio Pagliacci e del consigliere comunale sambenedettese Valerio Pignotti, si inserisce nella delicata fase di scelta del candidato presidente del centro destra con le fibrillazioni seguite all’annuncio del nome del deputato Francesco Acquaroli da parte di Fratelli d’Italia.

Per il ruolo di commissario regionale era dato in corsa anche l’ascolano Piero Celani, attuale vice presidente del Consiglio regionale, ma alla fine i vertici nazionali hanno preferito optare per un “forestiero” in modo da non alterare i fragili equilibri tra le varie componenti interne in una fase sicuramente delicata come quella che precederà le elezioni regionali.

 

</

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X