facebook rss

La cultura non va in vacanza:
i musei aperti durante le feste

ANCONA - Le mostre e le opere da non perdere durante le vacanze di Natale in un viaggio tra la pinacoteca Podesti, il museo Omero, il Diocesano e l'Archeologico delle Marche
Print Friendly, PDF & Email

La pinacoteca Podesti

La cultura non va in vacanza. Anzi, mette in mostra il suo lato migliore durante il Natale. Di seguito, i musei aperti e le mostre da non perdere ad Ancona. 

Al Museo Omero va in scena la mostra “TOCCARE LA BELLEZZA – Maria Montessori, Bruno Munari”. Visitabile fino all’8 marzo 2020, è una mostra  per scoprire la relazione fra la tattilità e arte attraverso il pensiero e i materiali di Maria Montessori, le idee e i lavori originali di Bruno Munari.
Un percorso con stanze interattive dove il fruitore è protagonista di coinvolgenti esperienze multisensoriali. La mostra è promossa dal Museo Tattile Statale Omero e dal Comune di Ancona in collaborazione con la Fondazione Chiaravalle Montessori e l’Associazione Bruno Munari. Orario: giovedì e venerdì 16-19; sabato, domenica e festivi 10-19; 1° gennaio 16-19. Chiuso: 25 dicembre.  Costo: intero 5 euro. Gratuito: scuole, disabili e loro accompagnatori, under 18 anni, guide turistiche abilitate, giornalisti accreditati, soci ICOM. Sempre al Museo Omero c’è la mostra “In viaggio col Piccolo Principe: non si vede bene che con il cuore”. Termina il 6 gennaio 2020 e rappresenta le opere di  Elisa Latini, nota pittrice e scultrice marchigiana, che dà “nuova forma” al celebre racconto di Saint-Exupéry. Orario:  dal martedì al sabato 16 – 19; domenica e festivi 10 – 13 e 16 – 19; 1° gennaio 16-19; Chiuso: 24, 25 e 31 dicembre. Ingresso libero.

Il Museo della Città

Nel corso delle festività natalizie, i musei civici di Ancona, la pinacoteca Podesti  e il Museo della Città di Ancona, sono aperti per accogliere il pubblico di turisti ed appassionati. Gli orari: giovedì 26 dicembre dalle 10 alle 19,venerdì 27 dalle 16 alle 19, sabato 28 e domenica 29 dalle 10 alle 19, martedì 31 dalle 16 alle 19.  Aperti il primo, il 2 e il 3 gennaio dalle 16 alle 19 e il 4, il 5, il 6 gennaio dalle 10 alle 19. Chiusi il 24, il 25 e il 30 dicembre.  Da non perdere alla pinacoteca il 27 dicembre alle 17  la visita esperienziale “Il profumo nell’arte” e il 29 dicembre la chiusura il ciclo della saga “La Magia dell’Arte con Harry Potter” con il quinto appuntamento dedicato alla lezione di doratura. Tra le opere imperdibili esposte alla pinacoteca sono dipinti di Lorenzo Lotto, Carlo Crivelli, il Guercino, Carlo Maratta. Nella sala dedicata alla pittura veneta spicca la tavola di Tiziano Vecellio, la cosiddetta Pala Gozzi.  Il Museo della Città è dedicato alla storia di Ancona. Il museo sorge all’interno dei suggestivi ambienti dell’antico ospedale di San Tommaso di Canterbury (sec. XIII) e dell’ex pescheria fondata nel 1817. Quattro sono le sezioni del percorso storico: dalle origini al Mille, dal Mille al 1532, dal 1532 al 1797, dal 1797 al 1860. Una particolarità: nel museo si conserva il plastico della città, in legno massello di Acero, realizzato in scala 1:500 da alunni e insegnanti dell’Istituto Statale d’Arte “Edgardo Mannucci” di Ancona, sulla base della Carta del Dicastero del Censo del 1844.

Il Museo Archeologico

Per quanto riguarda il Museo archeologico delle Marche, rimarrà chiuso  il 25 dicembre e il primo gennaio, mentre resterà aperto il giorno dell’Epifania. Inoltre giovedì 26 dicembre e domenica 5 gennaio, in occasione delle giornate di ingresso gratuito per la rassegna “IO VADO AL MUSEO”, ci saranno visite guidate a richiesta, dalle 8,30 alle 19.30. Tra le opere più famose del museo, c’è la Venere di Frasassi: statuetta di circa 20.000 anni fa scolpita nella calcite ricavata da una stalattite. Mostra una figura femminile, con le forme generose, in un gesto che suggerisce un’offerta o una preghiera. Al Museo Diocesano tornano gli itinerari guidati di Natale  tutti i sabati e le domeniche dal 30 novembre fino a lunedì 6 gennaio 2020.  Le visite si svolgeranno alle 11,15 e alle ore 16,15 con ingresso ad offerta libera senza necessità di prenotazione. Il percorso sarà effettuato eccezionalmente anche nei giorni 26 dicembre e 6 gennaio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X