facebook rss

Lite per un parcheggio occupato:
spunta una spranga di ferro

ANCONA - Il diverbio è nato ieri in via Ascoli Piceno tra due automobilisti. Un pugliese di 41 anni è stato denunciato per minaccia aggravata e violenza privata
Print Friendly, PDF & Email

Uscita delle Volanti

 

Lite tra due automobilisti per un parcheggio occupano: arriva la polizia e sequestra il ‘braccio’ metallico utilizzato per bloccare lo sterzo. L’intervento delle Volanti della questura c’è stato ieri pomeriggio, a Santo Stefano, lungo via Ascoli Piceno. Un residenti aveva chiamato al 113 per lanciare l’allarme: «Aiuto, c’è un individuo con una spranga di ferro che sta minacciando un uomo».  Immediatamente sono intervenute sul posto le Volanti per separare i due contendenti i quali, poco prima, avevano avuto un’accesa discussione per un posto auto riservato alle persone con disabilità. Secondo quanto ricostruito, l’autista di un furgone – un pugliese di 41 anni –  aveva notato che nel posto riservato ai disabili, da lui solitamente utilizzato in maniera regolare, vi era un’autovettura, anch’essa parcheggiata in maniera regolare con tanto di autorizzazione. Non trovando altro spazio per lasciare il furgone, il 41enne  aveva così deciso di parcheggiare in doppia fila precludendo ogni possibilità di movimento all’altro automobilista. Nel corso della lite, il pugliese  non ha accennato a spostare il furgone, cominciando a inveire contro l’altro automobilista fino a minacciarlo di colpirlo con una spranga di ferro, la parte del sistema antifurto del bloccaggio dello sterzo. Gli agenti hanno proceduto al sequestro dell’asta e hanno denunciato il 41enne per minaccia aggravata e violenza privata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X