facebook rss

Cadono calcinacci lungo l’Asse:
colpito un furgone

ANCONA - Il cedimento di alcuni parti si è verificato questa mattina nella galleria 'Baldì'. Sul posto, i vigili del fuoco e l'assessore Foresi
Print Friendly, PDF & Email

Alcuni distacchi di materiale all’interno della galleria lungo l’Asse nord-sud, altezza Baldì, hanno richiesto l’intervento dei mezzi dei vigili del fuoco, giunti sul luogo con due squadre questa mattina intorno alle 11,30. Un pezzo è piombato sul montante di un furgone che stava procedendo verso la Baraccola. Il conducente non è rimasto ferito e il parabrezza non si è danneggiato. La galleria  esaminata dai pompieri è stata  quella lungo la corsia in direzione Baraccola. La strada, riaperta intorno alle 12,30, è stata momentaneamente chiusa alla circolazione per permettere il puntellamento dove erano avvenuti i distacchi. La situazione è stata dunque risolta è il traffico è tornato alla normalità. I vigili del fuoco sono ora impegnati nel redigere l’attività appena svolta, da inviare poi agli enti preposti per valutare eventuali lavori. Sul caso, è intervenuto il consigliere comunale di Forza Italia Daniele Berardinelli: «Ancora una volta un pezzo della volta di una galleria del nostro Comune si stacca e colpisce un furgone con un pezzo di cemento di 30/40 cm. sul parabrezza vicino al montante, per fortuna senza arrecare danni al guidatore. Bloccato per alcune ore con forti disagi per i cittadini, il traffico in uscita dalla città. Proprio sull’asse nord-sud nel 2017 una macchina era già stata colpita e danneggiata da un pezzo staccatosi dalla volta. Incredibile che possa essere successo di nuovo, soprattutto dopo le rigidissime direttive ministeriali che avevano imposto al nostro Comune solo pochi mesi fa controlli attenti ed accurati su tutti i viadotti e le gallerie del territorio. Una città che cade a pezzi e senza controlli né manutenzione. E c’ha il coraggio di volersi candidare a Presidente della regione. Forse per farci rimpiangere Ceriscioli».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X