facebook rss

Ampliamento Ztl in centro
Accolta la mozione dei Verdi

ANCONA - Per gli ambientalisti la città soffre della presenza di flussi di traffico veicolare che contribuiscono in modo significativo all’inquinamento atmosferico e acustico già evidenziato dai dati Arpam
Print Friendly, PDF & Email

Il traffico in corso Stamira

«Il Consiglio Comunale ha accolto oggi la nostra mozione sull’ampliamento delle Ztl in centro storico». Ad affermarlo è il capogruppo dei Verdi di Ancona, Diego Urbisaglia che in una nota stampa spiega come la mozione ribadisca «che il centro storico della città soffre della presenza di flussi di traffico veicolare che contribuiscono in modo significativo all’inquinamento atmosferico e acustico già evidenziato dai dati raccolti da una delle centraline Arpam, proprio alla Cittadella sopra il rione Guasco, un traffico generato da diverse categorie di utenti e di veicoli». Il portavoce Marco Nocchi ha quindi aggiunto che per diminuire i livelli di gas e polvere nocivi «riteniamo sia necessaria una politica per una mobilità sostenibile, che preservi la qualità degli spazi pubblici urbani compromessi dai veicoli, con l’obiettivo della loro riqualificazione per incentivarne usi più ricchi ed articolati con il minore impatto ambientale possibile» infatti, come chiosa la co-portavoce Roberta Montalbini «il programma della coalizione di governo Ancona 2018-2022 prevede la necessità di ‘esaltare la specificità storico-architettonica della città, cui vanno dedicate politiche di valorizzazione ad hoc’ – sottolineando come Ancona abbia – finalmente scoperto la sua nuova vocazione turistica. Parte dalla bellezza del suo paesaggio e del suo patrimonio, e si estende alle attività, agli eventi, a una filosofia dell’accoglienza che si va costruendo giorno dopo giorno tra le persone. Per questo, è necessario un approccio che si avvicini al mondo e alle dinamiche dell’industria turistica». Per i Verdi una strategia ineludibile per raggiungere le finalità sopra indicate «è la valorizzazione del centro ed in particolare ‘del centro storico, dei luoghi di incontro (piazze e aree verdi)’ con interventi che riducano l’inquinamento automobilistico, migliorino la qualità dell’aria, e diminuiscano le emissioni». I Verdi ritengono inoltre che all’interno di una visone di mobilità urbana, le Ztl «siano funzionali alla riduzione del traffico veicolare in determinate aree, così da ottenere una decongestione, oltre al miglioramento dei livelli di inquinamento atmosferico ed acustico. Inoltre- concludono unanimi – in queste vie di impianto storico medievale si avrà una maggiore conservazione della pavimentazione stradale, in fase di realizzazione». In questo modo, infine, «i due principali rioni del centro storico, Guasco e Capodimonte, ad esclusione di Piazza del Plebiscito e di Piazza San Francesco già Ztl, dovrebbero essere tutelati e valorizzati a cominciare da una maggiore fruibilità a piedi sia per i cittadini che per i turisti, da una minore presenza di automobili e quindi di inquinamento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X