facebook rss

Conero, Fabia Buglioni:
«Il Passo del Lupo va riaperto»

SIROLO - La capogruppo della lista civica XSirolo si allinea alla posizione di Legambiente ed invita il sindaco a elaborare un progetto che permetta la convivenza tra la fruizione e le criticità del sentiero, per intercettare il segmento turistico legato alle escursioni
Print Friendly, PDF & Email

Il passo del lupo

 

Il Passo del Lupo deve essere riaperto. Lo sostiene Legambiente che lo inserisce nel Green New Deal nazionale e ne condivide l’orientamento anche il gruppo civico XSirolo. «Noi siamo da sempre per il suo ripristino–spiega la capogruppo consiliare Fabia Buglioni- essendo uno dei punti di grande bellezza di Sirolo, biglietto da visita della Riviera del Conero, fondamentale per lo sviluppo turistico e d’immagine dell’intera Regione Marche. Attualmente questo sentiero è chiuso da un’ordinanza sindacale perché presenta delle criticità, a nostro avviso superabili, tanto che in campagna elettorale avevamo un progetto pronto per renderlo fruibile. Il progetto rientrava tra quelli che avremmo messo in campo per la valorizzazione del territorio e del turismo». Per Fabia Buglioni «il Conero può e deve intercettare quel segmento turistico legato alle escursioni specializzate, a proposte nuove e ad economia fuori stagione, un’economia sostenibile, consapevole e rispettosa del meraviglioso ambiente che ci circonda. Ha ragione Legambiente, questa può e deve essere la strada per valorizzare il territorio’.

Fabia Buglioni

Secondo il Gruppo XSirolo l’amministrazione comunale ha il dovere di occuparsi della convivenza tra la fruizione e le criticità del sentiero, attivando accorgimenti che possano consentirne l’utilizzo in sicurezza e con la giusta informazione, puntuale e nella massima trasparenza. Se fino a ieri questo sentiero è stato campo di scontro politico, a volte aspro, oggi è necessario superare la contrapposizione sentiero aperto/chiuso attraverso un progetto che coniughi l’amore per il territorio e il buonsenso, con la voglia di allargare gli orizzonti. Il monte Conero contiene delle grandi storie – dice Buglioni- e sta a noi imparare a raccontarle per far vivere al turista un’esperienza ed una serie di emozioni da portare a casa come bagaglio indimenticabile. E visto che a Sirolo la prima economia è il turismo, è senz’altro di grande interesse in periodi di bassa stagione, non propriamente balneare, utilizzare queste carte vincenti, quell’immenso patrimonio storico-culturale-ambientale, per attrarre un target diverso».

La nuova targa che vieta il transito nel passo del lupo sul Conero

Il sindaco di Sirolo, Filippo Moschella a luglio si era dimostrato possibilista nella valutazione delle condizioni per riaprire o meno il sentiero del Passo del Lupo. «Cosa significa? Cosa aspetta? – chiede XSirolo – Auspichiamo che non sia vera la comunicazione fatta dal sindaco di lavorare a dei piani turistici non meglio precisati, contando sull’immagine di Miss Italia. Ma, Sirolo non ha bisogno di vivere della luce riflessa di altre bellezze. Cosa sta facendo questa amministrazione per il turismo? Quali strategie? Chiediamo che si valuti senza slogan e senza scuse, la riapertura di questo sentiero unico nel suo genere. Per questo abbiamo presentato un’interrogazione consiliare».

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page