facebook rss

Controlli dei carabinieri nel week end:
due denunce, raffica di multe

ANCONA - I servizi di prevenzione sono stati svolti con 25 pattuglie dal centro alle periferie fino a Falconara. Un 23enne anconetano è stato deferito all'autorità giudiziaria per guida in stato di ebbrezza, un 28enne di origine pakistana per aver violato la misura dell’obbligo di dimora
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Controlli nel week end appena trascorso: i carabinieri della Compagnia di Ancona denunciano due giovani, sanzionano un 46enne per ubriachezza molesta, e multano, tra gli altri, otto automobisti alla guida con il cellulare. I servizi di prevenzione sono stati svolti dai militari dal centro cittadino alle zone periferiche di Baraccola, Piano, Palombare, Passo Varano, Posatora, Collemarino e Falconara Marittima, al fine di contrastare la commissione dei reati predatori e oltre che per assicurare agli utenti della strada una circolazione sicura. L’attività di controllo capillare del territorio è stata attuata con un dispiego massiccio di 25 pattuglie, di cui 15 ‘gazzelle’ del pronto intervento 112 del Nucleo Operativo e Radiomobile, ed ha consentito di deferire alla Procura della Repubblica del capoluogo dorico due persone, un 23enne anconetano per guida in stato di ebrezza alcolica e un pakistano 28enne per inosservanza delle prescrizioni imposte dall’Autorità Giudiziaria. L’altro ieri in tarda serata, nell’ambito dei controlli effettuati nei confronti dei soggetti sottoposti a restrizioni domiciliari, personale della Sezione Radiomobile del Norm si è recato presso l’abitazione di un 28enne di origine pakistana nel quartiere Tavernelle sottoposto alla misura coercitiva dell’obbligo di dimora nel comune di Ancona con il divieto di allontanarsi dall’abitazione, dalle ore 21 alle ore 7 del giorno successivo, accertando che lo stesso, in spregio all’obbligo imposto dall’autorità giudiziaria, era a cena con degli amici nei pressi di Piazza Roma. Per questo motivo ritenuto che il giovane pakistano ha sicuramente eluso volutamente gli obblighi connessi al regime coercitivo cui era sottoposto è stato deferito alla Procura della Repubblica di Ancona.

L’altro ieri notte, invece in via Isonzo, i militari del Norm della Compagnia di Ancona nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla sicurezza della circolazione hanno notato zigzagare un’autovettura Alfa 156 alla quale è stato intimato l’alt. E’ apparso subito chiaro che il giovane conducente, un 23enne, aveva alzato troppo il gomito, oltre a manifestare una tipica e chiara sintomatologia di chi aveva abusato di bevande alcoliche, è stato sottoposto all’accertamento tramite etilometro ed è risultato avere un tasso alcolemico superiore a quello consentito (pari a 1.16 g/l contro lo 0.50 g/l). L’autovettura è stata pertanto affidata al padre e la patente di guida del 23enne è stata ritirata per il conseguente periodo di sospensione che sarà disposto dalla Prefettura di Ancona. Ieri pomeriggio, in via Flaminia, i carabinieri del Norm hanno sanzionato un 46enne residente a Monte San Vito che, pur non essendo alla guida, ha alzato troppo il gomito e stava disturbando la quiete pubblica all’interno di un bar di Falconara Marittima. I controlli eseguiti dai militari anche nei confronti dei pedoni molesti che abusano dell’alcool si inserisce in una specifica attività della Compagnia carabinieri di Ancona finalizzata a prevenire degenerazioni di liti o aggressioni che compromettono l’ordinario e sereno svolgimento della convivenza civile nella collettività dorica.

L’attività straordinaria di controllo del territorio ha consentito di identificare 243 persone, controllare 178 veicoli, 7 locali pubblici e 17 persone sottoposte agli arresti domiciliari, eseguire 3 perquisizioni personali e veicolari nonché 6 interventi per segnalazioni di persone e/o veicoli sospetti pervenute al numero di emergenza “112” ed elevare una raffica di contravvenzioni ai sensi del codice della strada nei confronti di automobilisti indisciplinati. Nello specifico sono stati sanzionati complessivamente ventitré utenti della strada, di cui otto per l’uso di telefono cellulare, quattro per non aver utilizzato le cinture di sicurezza, tre per aver omesso di regolare la velocità nel centro abitato, quattro per non aver effettuato la prescritta revisione (con sospensione del veicolo dalla circolazione), due patenti ritirate poiché scadute di validità e 4 veicoli sequestrati sprovvisti della copertura assicurativa. In totale sono state comminate sanzioni amministrative per cinquemila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X