facebook rss

Verde urbano, lo monitorano
i volontari in servizio civile

MONTEMARCIANO - Attraverso strumenti di mappatura, 6 giovani documenteranno la presenza di tutte le essenze arboree presenti all’interno dei parchi e dei giardini comunali anche di Falconara e Senigallia per promuovere la cultura ambientale
Print Friendly, PDF & Email

I volontari in servizio civile ricevuti dal sindaco di Montemarciano, Damiano Bartozzi, dal vice sindaco Andrea Tittarelli e dall’assessore Lorenzo Seta

 

 

Partite ufficialmente le attività dei volontari in Servizio Civile Universale impiegati nel progetto ‘Il patrimonio arboreo:  una ricchezza da preservare’, predisposto dal Comune di Montemarciano e condiviso da Falconara e Senigallia. «Questo progetto, in continuità con quello terminato lo scorso dicembre, prevede l’impiego di 6 volontari, due per ogni Comune.- fa sapere una nota stampa del Comune di Montemarciano – Gli obiettivi che gli enti si sono proposti di realizzare sono tesi a favorire la conoscenza e il monitoraggio del patrimonio naturale del verde urbano e periurbano attraverso strumenti di mappatura e rappresentazione innovativi, di promuovere la cultura ambientale, di sensibilizzare la cittadinanza, le associazioni, le scuole sull’importanza di tutela del patrimonio vegetale e sulla cura e la vigilanza del territorio, inteso quest’ultimo come un bene comune e condiviso».

I volontari, impiegati per 12 mesi e per 25 ore settimanali, effettueranno il rilevamento dei soggetti arborei presenti all’interno dei parchi e giardini di proprietà comunale e dei filari alberati messi a dimora lungo le principali vie cittadine, mediante l’utilizzo di Gps e/o planimetrie fornite dagli Enti, al fine di creare una planimetria generale da caricare sul sistema informativo territoriale (Sit) dei Comuni e nella quale indicare tutti i soggetti arborei rilevati di proprietà comunale. Compileranno una scheda di identificazione per ogni albero, completa di foto, la quale oltre a caratterizzare la specie di albero con riferimenti geografici, topografici e catastali, permetterà di rendere omogenei e confrontabili i dati raccolti nei vari contesti territoriali, consentendone la relativa analisi statistica. Parteciperanno alle attività di analisi morfo-sintomatiche delle piante rilevate effettuate, in collaborazione dei tecnici sia dell’Università di Bologna che dell’Assam. Caricheranno sul Sit comunale i dati rilevati in campo e parteciperanno a specifiche esercitazioni, relative all’utilizzo del Gps e del Gis, nonché al riconoscimento delle principali specie arboree. Molto interessante per i volontari saranno anche altre attività quali la partecipazione agli incontri informativi rivolti agli studenti e alla popolazione su eventi a rischio connessi alla presenza degli alberi e la partecipazione nella preparazione e nello svolgimento della “Giornata dell’Albero”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page