facebook rss

La Caritas diocesana inaugura
il terzo ‘supermercato solidale’

FALCONARA - Giovedì il taglio del nastro con l'arcivescovo Angelo Spina per il nuovo emporio di via Trento, allestito in un locale messo a disposizione da Rfi
Print Friendly, PDF & Email

Uno degli empori della Caritas di Ancona-Osimo

 

Dopo alcuni mesi di intenso lavoro la Caritas diocesana apre, giovedì prossimo, 13 febbraio, alle 16,30, un nuovo emporio a Falconara in via Trento, 24 in un locale messo a disposizione da Rfi. Alla cerimonia di inauguirazione interverranno l’arcivescovo di Ancona-Osimo S.E. Mons. Angelo Spina, il direttore di Caritas Italiana Mons. Francesco Soddu, il sindaco di Falconara Stefania Signorini, il direttore Caritas Ancona-Osimo Simone Breccia. Si tratta del terzo “supermercato solidale” nel territorio diocesano, (dopo quelli di Ancona e Osimo) che contribuisce in questo modo a consolidare un sistema diffuso di contrasto alla povertà fondato sulla solidarietà e il rispetto della dignità delle persone.

L’Emporio della Solidarietà di Ancona, attivo dal 2015, – fa sapere in una noto stampa la Caritas Diocesana – assiste una media di 350 famiglie annue per un totale di 950 persone raggiunte (260 delle quali minori di 16 anni); e quello di Osimo inaugurato nel 2018 sostiene circa 250 nuclei familiari all’anno per circa 650 persone (di cui 200 i minori di 16 anni). I due empori nell’ultimo anno hanno distribuito beni materiali per un valore di quasi 170.000 euro, il 65% dei quali recuperati grazie alle attività messe in atto per la lotta allo spreco alimentare, alle raccolte alimentari e ai prodotti della Fead (Fondo di aiuti europei agli indigenti). Il “Sistema Emporio”, infatti, è organizzato come un qualsiasi supermercato, dove sono presenti tutti i prodotti di uso quotidiano. Gli acquisti avvengono tramite un sistema a punti, attribuiti da una Commissione che segue e accompagna la famiglia beneficiaria. Questo sistema consente agli utenti di programmare il proprio piano di acquisti, di scegliere in autonomia i prodotti sulla base delle effettive necessità e desideri. Un sistema che va oltre il tradizionale “pacco viveri” per restituire dignità e responsabilità alle persone.

Nei mesi scorsi la Caritas ha organizzato un percorso di formazione per i volontari che, nei Centri di Ascolto parrocchiali o nell’Emporio, assicureranno con il loro impegno, la discreta presenza di una intera comunità ecclesiale che si prende cura delle persone in difficoltà. I Centri d’Ascolto saranno operativi nelle parrocchie falconaresi della Beata Vergine Maria del Rosario, di San Giuseppe, Sant’Antonio da Padova e Sant’Andrea Apostolo. L’Emporio che servirà il territorio di Falconara e Castelferretti ha una popolazione di circa 26 mila abitanti, con una presenza di residenti di origine straniera pari al 9,4 % (2.440), di origine prevalentemente romena, bengalese e albanese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X