facebook rss

Ludopatia, il Consiglio comunale
approva regolamento

FABRIANO - L'aula consiliare ha recepito le indicazioni della legge regionale del 2017 che vieta l'uso degli apparecchi nelle fasce orarie 16 - 20 e 22 – 24 e stabilisce precise distanze tra le sale giochi da scuole, bancomat o luoghi di aggregazione giovanile
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

 

Approvato ieri in Consiglio comunale a Fabriano il regolamento per la prevenzione e il contrasto del gioco d’azzardo patologico in ottemperanza a quanto previsto dalla legge regionale 3/2017. La normativa regionale prevede di individuare 6 ore nell’arco della giornata nelle quali gli apparecchi non sono utilizzabili; i punti sensibili intorno ai quali vietare l’installazione degli apparecchi e di stabilire forme premianti per gli esercenti che decidono di disinstallare gli apparecchi. «Il regolamento del comune di Fabriano ha recepito queste indicazioni vietando l’uso degli apparecchi nelle fasce orarie 16 – 20 e 22 – 24. – ricorda il sindaco Gabriele Santarelli – Non potranno essere installati nuovi apparecchi nei locali che si trovano in un raggio di 500 metri dai seguenti punti sensibili: scuole di ogni ordine e grado fatta eccezione delle scuole di infanzia; istituti di credito e sportelli bancomat; uffici postali; esercizi di acquisto e vendita di oggetti preziosi ed oro usati; impianti sportivi pubblici o aperti al pubblico; centri di aggregazione giovanile; oratori e biblioteche. Le attività che hanno già gli apparecchi installati hanno tempo di adeguarsi fino al 30 novembre del 2021». Il Comune si impegna ad avviare iniziative e campagne di sensibilizzazione per il contrasto del gioco d’azzardo coinvolgendo in particolare le Scuole Superiori della città. «Il regolamento da solo non è chiaramente sufficiente a contrastare un fenomeno che negli ultimi anni sta dilagando con effetti in grado di devastare intere famiglie. Però è uno strumento che ci viene messo a disposizione e che abbiamo il dovere di sfruttare» fa osservare Santarelli.

Sostieni Cronache Ancona

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Ancona lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Ca impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597
CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A
Intestatario: CM Comunicazione S.r.l
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page