facebook rss

Niente visite alle case di riposo,
tablet per gli anziani
e videochiamate con i familiari

CORONAVIRUS - Per garantire la continuità della relazione, le residenze Anni Azzurri e quelle Santo Stefano hanno disposto l’utilizzo di tablet su cui è installata WhatsApp e di gestire gruppi chiusi per inviare aggiornamenti quotidiani ai parenti a casa
Print Friendly, PDF & Email

 

Le Residenze sanitarie per Anziani (Rsa) delle Marche “Anni Azzurri” e “Santo Stefano Riabilitazione” nei prossimi giorni attiveranno un servizio di videochiamata che, grazie a tablet e Whatsapp, permetterà ai loro ospiti di parlare e vedere i propri cari anche a distanza: un’iniziativa innovativa quanto mai attuale viste le raccomandazioni sanitarie legate al Coronavirus, che invitano le persone anziane a limitare per la propria sicurezza i contatti con l’esterno. Le Residenze interessante saranno Abitare il Tempo di Loreto, Casa Argento di Fossombrone, Residenza Dorica e Residenza Anni Azzurri Conero entrambe ad Ancona, Residenza Santa Maria in Chienti a Montecosaro Scalo, Residenza Anni Azzurri Montefalcone Appennino e Residenza Anni Azzurri San Giuseppe a San Benedetto del Tronto.
Oltre alla possibilità di fare videocall, il servizio consentirà al personale di tenere aggiornati con messaggini i parenti sulla vita quotidiana e le attività in residenza.
L’iniziativa nasce in risposta alle recenti disposizioni ministeriali di prevenzione e contrasto al Covid-19 e in considerazione del fatto che «i nostri ospiti – dice la Direzione Sanitaria di Anni Azzurri e Santo Stefano – sono persone con un profilo di rischio più alto della media di sviluppare gravi conseguenze nel caso in cui vengano contagiati dal Coronavirus. Per questo ci stiamo impegnando a mettere in atto quanto possibile per salvaguardare la loro salute, sempre con attenzione alla qualità della loro vita quotidiana ed al mantenimento del legame e dei contatti con i loro cari».

</

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page