facebook rss

Covid 19, Zinni (Mns):
«Più controlli della Polizia locale»

ANCONA – Secondo il coordinatore regionale del Movimento Nazionale per la Sovranità solo il 20% degli agenti della Pm sarebbe impegnato nei servizi sulle strade in questa fase di emergenza sanitaria
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra Giovanni Zinni, Maria Grazia De Angelis e Marco Ausili

 

 

«Anche in questi ultimi giorni ci sono arrivate numerose segnalazioni di assembramenti e di mancato rispetto dei decreti governativi. Il problema è che i controlli sono scarsi»,. A sollevare la questione è il coordinatore regionale del MNS Giovanni Zinni e i due consiglieri comunali Marco Ausili e Maria Grazia De Angelis che fanno parte dello stesso Movimento ormai prossimo a entrare in Fratelli d’Italia.«Ringraziamo le forze dell’ordine che in questo momento storico stanno facendo un lavoro di fondamentale importanza, come ringraziamo gli agenti della Polizia Locale ancora attivi, – sottolinea Zinni con Ausili e De Angelis – ma il problema è che sindaco e comandante continuano a non usare appieno il Corpo di Polizia Locale: in questi giorni, sul totale dei componenti del Corpo circa il 60% è stato messo in ferie, mentre circa il 20% viene lasciato a fare attività ordinaria in Ufficio. Solo il restante 20% viene impiegato per pattugliamenti di controllo in strada, numero di agenti oltretutto da dividere tra il servizio del mattino e il servizio del pomeriggio. Facile minacciare multe ma se i controlli non ci sono da questa situazione non ne verremo fuori tanto presto». Zinni ricorda che la Polizia Locale, rientrando nel comparto sicurezza,« può e deve essere usata al massimo in questa delicata fase. Chiediamo a sindaco e comandante pertanto di rivedere le modalità di servizio del Corpo, affinché si possano chiudere gli Uffici della Polizia Locale, e mettere in strada il più alto numero possibile di agenti, rispettando ovviamente le necessità di ciascuno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page